Lecce, dubbi in attacco: a Matera con Miccoli?

LECCE- Sempre più verso il 3-5-2. A Matera, per la seconda trasferta stagionale, il Lecce potrebbe presentarsi con un modulo che Lerda fece indossare subito alla squadra, al suo arrivo a Lecce, un anno fa.
L’allenatore giallorosso sta pensando alla difesa a tre. Una linea dove avrebbe trovato posto sicuramente Diniz, ma la presenza del brasiliano avrebbe probabilmente consentito al tecnico giallorosso di continuare con la difesa a quattro. Assente anche Donida (squalificato) Lerda ha deciso di impostare il blocco difensivo su tre centrali che saranno quasi certamente Martinez, Abruzzese e Sacilotto con Doumbia e Lopez esterni e pronti a fare un passo indietro quando è il momento di proteggere la porta difesa da Caglioni.

Lerda avrà un dubbio anche in difesa e riguarda l’impiego di Sacilotto o Carini: il centrale bolognese non è ancora in buone condizioni a causa di una preparazione non adeguata effettuata durante l’estate. Non bisogna dimenticare neppure che l’ex Padova, nella sua conferenza stampa di presentazione, affermò di preferire la difesa a quattro. L’altra novità in vista per la trasferta in terra lucana potrebbe riguardare Filipe Gomes, centrocampista brasiliano al quale Lerda sta ritagliando un ruolo nel centrocampo a cinque. L’ex Perugia, nell’ultimo campionato, ha giocato nel 4-3-3 di Camplone, il quale nel finale di campionato ha virato anche sul 3-5-2.

Ai fianchi di Filipe Gomes ci saranno Salvi e Papini e in fase di proposizione Lopez a sinistra e Doumbia a destra. Capitolo attacco. Nel reparto offensivo ci sono quattro giocatori per due maglie: Miccoli, Carrozza, Moscardelli e Della Rocca. Miccoli spera in un suo impiego dall’inizio dopo due partite in panchina (solo nella prima fu impiegato negli ultimi minuti).

Almeno per questa partita Mannini non dovrebbe partire dal primo minuto. L’ex Pisa sta recuperando la condizione migliore. Lerda lo sta impiegando sulla corsia di destra come quinto di centrocampo.  

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*