Grattino scaduto, multe non valide. Dopo il parere del Ministero se ne discute in Commissione

Ripa convoca i funzionari del comune in commissione traffico: "Le multe per il grattino scaduto devono essere annullate in via di autotutela, dopo il parere del ministero"

multe

LECCE- Il Ministero delle infrastrutture,sulla base di un parere richiesto dal Comune di Milano, ha emanato un parere preciso circa la vicenda delle multe elevate agli utenti a seguito di grattino scaduto. Tale parere in maniera chiara e precisa che un’amministrazione locale non può sanzionare per il grattino scaduto, ma può solo ed esclusivamente richiedere le somme dovute per la sosta oltre l’orario.

Federconsumo ha già annunciato che impugnerà tutte le vecchie multe. Il Comune di Lecce ha vissuto in prima  persona queste problematiche con una discussione anche in Consiglio comunale che ha visto contrapposti da una parte maggioranza e opposizione favorevoli alla non-sanzione, dall’altra i dirigenti dei settori interessati che più volte e per iscritto hanno sostenuto l’inapplicabilità di tale indirizzo politico.

“Oggi il parere inequivocabile del Ministero delle Infrastrutture pone fine a  questa annosa diatriba – spiega il presidente della commissione  Traffico Giuseppe Ripa – ho provveduto a convocare la commissione  per lunedì mattina per affrontare definitivamente il problema, con l’obbiettivo preciso di invitare gli uffici di competenza ad emettere adeguati provvedimenti  in auto-tutela a difesa degli interessi dei cittadini”.