Pd, la nuova segreteria provinciale con Toma vice e giovani amministratici

LECCE- La nuova segreteria provinciale del Pd è pronta, ma alla fine l’ha spuntata Vincenzo Toma: sarà lui l’unico vicesegretario provinciale. L’accordo era già stato chiuso da qualche giorno, ma c’erano ancora alcuni nodi da sciogliere. Nelle prossime ore la presentazione ufficiale, nella sede del Pd in via Tasso.

Sarà una segreteria in stile Renzi, con molti giovani e una maggioranza di giovani amministratrici” – ha dichiarato Salvatore Piconese. E’ una segreteria aperta a diverse sensibilità. Tra le donne ci sono Sabrina Balena, capogruppo del Pd di Maglie e Maria Rosaria di Bartolomeo, assessore del comune di Veglie, renziana vicina a Loredana Capone. Ma c’è anche Mauro Maggio, dirigente cittadino di Squinzano, molto vicino ad Antonio Maniglio, che alle primarie nazionali ha scelto Renzi. I renziani, quindi, non restano fuori dai giochi: c’è anche Giannì Irene tra i seguaci del sindaco di Firenze che decidono di entrare nella segreteria di Piconese.

Il nuovo segretario provinciale, del resto, ha sempre corteggiato i renziani e in questi giorni ha lavorato alacremente per aprire la segreteria alle diverse aree: in effetti, nella nuova segreteria provinciale del Pd c’è anche il lettiano Sergio Signore e il dalemiano Gabriele Abaterusso. Un mix di correnti diverse, che avrebbe dovuto accogliere anche i sostenitori della mozione Rampino. L’ex candidato alla segreteria provinciale, però, ha deciso di starsene fuori e di lavorare nei circoli cittadini. Nonostante il disimpegno di Rampino, questa segreteria si presenta eterogenea e indirizzata a procedere sulla via dell’unità.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*