Ordinanza lungomare, il Tar stoppa Consales. Il Pdl: “Ennesima figuraccia”

L’ordinanza fortemente voluta dal sindaco di Brindisi Mimmo Consales viene stoppata alla vigilia della sua entrata in vigore dal Tar di Lecce

Mimmo Consales

BRINDISI- Niente auto sul lungomare, l’ordinanza fortemente voluta dal sindaco di Brindisi Mimmo Consales viene stoppata alla vigilia della sua entrata in vigore dal Tar di Lecce che, accogliendo l’istanza presentata dal titolare dell’Hotel Internazionale, ha sospeso il provvedimento che, per ora, resta nel limbo. Con la nuova ordinanza, il primo cittadino puntava a vietare a clienti e fornitori di raggiungere l’albergo con propri mezzi anche solo per il carico e scarico di passeggeri e mezzi. Un provvedimento fortemente contestato dagli alberghiere e che ora sarà esaminato con attenzione dai giudici amministrativi. Sull’argomento, era intervenuto qualche giorno dfa anche il centrodestra che ora, appresa la notizia della sospensione, torna alla carica.

“La nuova ordinanza sul traffico di lungomare Regina Margherita – scrive in una nota al vetriolo il capogruppo del Pdl Mauro D’Attis – è un atto schizofrenico e, non si capisce perché, penalizza in particolare le strutture ricettive presenti in quella zona vietando ai veicoli dei loro clienti persino di avvicinarsi per solamente scaricare i bagagli. Il TAR ora l’ha immediatamente sospesa e questa notizia dimostra la improvvisazione che regna sovrana nell’Amministrazione comunale di Brindisi”.

Per il centrodestra, che aveva già presentato un’interrogazione ad Hoc, Consales è incappato nell’ennesima figuraccia. “Abbiamo già depositato qualche giorno fa – continua D’Attis – una interrogazione con la quale chiediamo a Consales di spiegarci i motivi di questa scelta. In particolare riteniamo assurdo che rispetto alla precedente ordinanza sia stato inserito il divieto di transito ai veicoli diretti alle strutture ricettive. A noi pare una scelta senza senso o dettata da motivi che francamente preferisco non immaginare riferendomi in particolare all’unico hotel presente proprio su quella strada. Dopo il provvedimento del TAR suggerisco a Consales – chiude D’attis – di porre rimedio a questa ennesima figuraccia”.

Difficile, però, che il sindaco demorda. La totale chiusura al traffico veicolare del rinnovato Lungomare resta, infatti, uno dei capisaldi del primo cittadino. Prossimo appuntamento, forse decisivo, il prossimo 18 dicembre, giorno fissato dal Tar per la trattazione collegiale dell’argomento.