Impennata di sfratti in provincia, in 1.289 fuori di casa nel 2012

case popolari

LECCE  –  È impennata di sfratti. Stando ai dati diffusi dal Ministero dell’Interno, nel 2012 sono stati eseguiti 1.283 sfratti solo in provincia di Lecce, più di un quarto dei 4.000 di tutta la Puglia. Cifre che attribuiscono a questa provincia la triste medaglia d’argento regionale, dopo Foggia.

Dunque, sono 279 le famiglie in più rispetto al 2011 che sono state sfrattate per morosità incolpevole, mentre sono ancora più di 1.000 i provvedimenti ancora pendenti innanzi al Tribunale civile in attesa di giudizio.

“Più volte – dicono dal SUNIA è partito l’appello al Comune di Lecce, città ad alta tensione abitativa, di farsi carico, unitamente alle altre istituzioni locali, di questo disagio abitativo che investe soprattutto famiglie meno abbienti, disoccupati, pensionati, giovani coppie. Ma nessuna risposta ci è stata ancora data. Così come a tutt’oggi, non è stata ancora accolta la richiesta avanzata dal SUNIA per l’attivazione di un tavolo di concertazione monotematico sulla crisi abitativa tra il Comune di Lecce e le organizzazioni sindacali degli inquilini”.