San Donaci 2013, Taurino rompe col PDL che chiude con l’UDC

San Donaci

SAN DONACI (BR)   –  Caos Centrodestra a San Donaci dove, ad un mese dalle amministrative, il PDL è ancora senza un candidato Sindaco e ‘perde’ l’unico nome circolato nell’ultimo mese. Paolo Taurino, fondatore del Movimento 0831, saluta tutti e se ne va, dopo che i maggiorenti del Centrodestra avevano di fatto, bocciato una sorta di auto-candidatura che, però, è stata mal digerita da diversi esponenti cittadini.

A ‘bloccare’ la candidatura di Taurino, non solo pressioni interne, ma anche esterne. Il PDL, infatti, è ad un passo da un’inedita alleanza con UDC e Noi Centro che fanno capo ad Antonio Panettella. Un accordo che allo stesso Taurino non piace per niente. “Il partito – dichiara lo 0831mi ha chiesto un passo indietro. Io, al partito, ho invece chiesto 10 nomi nuovi in una lista che non deve comprendere però il Capogruppo azzurro Carmine Lolli e, soprattutto, nessuna alleanza con i Centristi. Con gente come Rollo e Ferrarese noi non abbiamo nulla a che fare.  La mia linea – dichiara Taurino – è semplicemente quella dettata dall’On. Raffaele Fitto”.

Una vera e propria scissione che, peraltro, potrebbe portare il Movimento 0831 ad appoggiare altre liste. In primis, quella della Civica ‘Ridisegnare il Futuro’ che fa capo al candidato Sindaco Domenico Fina. Entro lunedì, comunque, il dado sarà tratto. PDL,  Centristi, stretti attorno alla figura di Antonio Panettella, chiuderanno accordo, liste e soprattutto  ufficializzeranno il nome del loro candidato alla poltrona di primo cittadino.

Il Coordinatore provinciale del PDL, Luigi Vitali, assicura come “sarà sicuramente un esterno”. E lancia anche una sorta di appello a Taurino: “Mi auguro – ha detto l’ex deputato – che possa ripensarci”.