‘Pizzicato’ con eroina, pasticcere patteggia 5 anni di carcere

pasticcere

LECCE  –  Ha patteggiato 5 anni di carcere davanti al Giudice dell’Udienza Preliminare Carlo Cazzella, il pasticcere arrestato nel dicembre scorso con 700 grammi di eroina, da cui si sarebbero potute ricavare oltre 2.000 dosi.

Si tratta di Fabio Tornese, 35enne, assistito dall’Avvocato Fabio Corvino.

Fu fermato dai Carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Lecce, coordinati dal Maggiore Giuseppe Colizzi, nella zona 167.

I militari lo seguivano da tempo, dopo averlo sorpreso in compagnia di persone note per precedenti legati allo spaccio di stupefacenti.

Nel corso della perquisizione fu trovato in possesso di 4 involucri, contenenti eroina pura, ed un coltello intriso della sostanza, utilizzato per tagliarla.