Arrestati e feriti i ladri di merendine

distributori merendine

FRANCAVILLA FONTANA (BR)  –   Colti sul fatto, in flagranza di reato e con le mani sporche non di cioccolata bensì di sangue dopo due riusciti tentativi di scasso ai danni delle macchinette di due scuole. Finisce l’epopea dei ladri di merendine che, dallo scorso dicembre, avevano letteralmente messo a ferro e fuoco scuole, chiese e uffici, anche comunali di Francavilla Fontana, dove, durante la notte, si recavano per rubare le monetine dai distributori automatici di caffè e snack.

Si tratta di due giovanissimi del posto, arrestati dai Carabinieri della locale Compagnia.

In manette, finiscono il già noto alle forze dell’ordine Lucio Siena, 23 anni e l’incensurato Gianluca Paciullo, di 3 anni più piccolo. La coppia di ladruncoli è stata fermata dai militari a margine di un lungo pedinamento notturno, durante il quale sono state scassinate ben 3 macchinette collocate nel Liceo Scientifico ‘Ribezzo’ e nel vicino Istituto Tecnico Commerciale ‘Calò’.

Solo allora i Carabinieri coordinati dal Capitano Giuseppe Prudente, sono entrati in azione bloccando i due malandrini con le mani sporche di sangue, a causa delle ferite rimediate durante lo scasso dei dispenser, svuotati dalle monetine contenute nella gettoniera per un importo di circa 30 €.

I due giovani, ora agli arresti domiciliari con l’accusa di furto aggravato in concorso, avrebbero ammesso le loro responsabilità sull’ultimo colpo.

Resta da capire se gli stessi siano i responsabili degli altri 5 colpi registrati negli ultimi tempi.