Parlamento o Provincia? Gabellone a Lecce, Florido a Roma

TRIBU' GABBELLONE

LECCE – Candidature a Roma e Bari, tutto dipende dal futuro delle Province. Se n’è parlato martedì sera a Tribù, dove i Presidenti delle Province di Lecce e di Taranto, Antonio Gabellone e Gianni Florido, hanno scoperto le loro carte incalzati dalle domande di Giuseppe Vernaleone.

“Se le aboliscono, sono pronto a candidarmi alla Camera, se il mio partito lo vorrà” – dice il Presidente Florido che sembra essere più probabilista sulla soppressione delle amministrazioni provinciali.

In questo quadro, Florido ha rilanciato l’ipotesi di una Regione Salento: “Ne parlai con Pagliaro già in tempi non sospetti – spiega – non c’è dubbio che c’è la necessità di un livello legislativo, com’è una Regione, più vicino ai piccoli paesi che compongono le nostre Province e la Puglia è troppo grande per questo obiettivo”.

Più ottimista sul futuro delle Province sembra invece Antonio Gabellone, che preferirebbe completare il mandato da Presidente, piuttosto che ottenere una candidatura al Parlamento. “Se le Province non verranno abolite, voglio terminare il lavoro che ho iniziato, candidandomi ad un secondo mandato” – dice Gabellone che stoppa anche l’ipotesi di Perrone candidato Presidente alla Regione: “E’ stato appena eletto – dice – è giovane e ha molto da fare: rimanga Sindaco fino al 2017”.