Dillo a TeleRamaLecceVideo

Villa comunale, lo scempio dei bagni pubblici

LECCE – A volte le immagini sarebbero più che sufficienti a descrivere un luogo. Quel che ci troviamo di fronte ai nostri occhi si commenta da solo. Siamo in villa comunale, a Lecce, a due passi dal centro storico. I bagni pubblici sono stati lasciati in questo stato. Uno scempio. Sporcizia dappertutto, scritte in ogni angolo dei muri che perimetrano questo stabile, luci rotte, monitor staccati, fili elettrici sospesi, muri di cartongesso sventrati, carta igienica e sapone inesistenti. Più in generale si respira – per modo di dire – un senso nauseante di degrado e di abbandono.

Fino allo scorso anno una cooperativa gestiva il servizio di bagni pubblici . Un minimo di controllo era assicurato. Per entrare occorreva inserire una moneta. Ora non più. Le porte sono spalancate. Si può accedere tranquillamente. ma quel che è peggio è che le porte dei bagni, sia quelle destinate agli uomini e sia quelle riservate alle donne, non esistono più. Ergo: fare i propri bisogni diventa un’impresa visto che la privacy non è minimamente garantita. L’ennesima denuncia giunta allo sportello Dillo a Telerama è di questi giorni. “Fa una rabbia vedere i bagni ridotti in queste condizioni – scrive un telespettatore – eppure fino a qualche anno fa erano tenuti in perfetto stato, ora sono stati vandalizzati”.

Non è certo una bella cartolina per i turisti che frequentano l’unico polmone verde al centro di Lecce e che meriterebbero maggiori cure e attenzioni soprattutto da una città che si fregia di essere una città d’arte.

 

Articoli correlati

Salento, scoperta evasione fiscale nel settore turistico marittimo

Redazione

Laudisa a Piazza Giallorossa: “Se cede Gallo, Lecce su Marchizza”

Redazione

Lecce Primavera, esordio in trasferta a Monza

Tonio De Giorgi

Fake Trading, attenzione a 2139 Exchange

Redazione

Delfino resta bloccato nella baia: aiutato dai bagnanti a ritrovare la strada

Redazione

Associazione mafiosa, 4 arresti dopo il ricorso della Dda di Lecce

Redazione