AttualitàLecce

Lavori abusivi al cimitero di Lecce. Comune al lavoro ad una nuova direttiva

Dopo le numerose segnalazioni giunte allo sportello Dillo a Telerama sui i “sigilli” a nove campi per alcuni lavori effettuati dai cittadini senza alcuna autorizzazione e senza rispettare il regolamento di polizia mortuaria, interviene con una nota il Comune di Lecce che sta predisponendo una nuova direttiva per consentire ai cittadini di mettersi in regola con il rispetto del Regolamento di Polizia mortuaria, nell’ambito del corretto espletamento dei servizi cimiteriali nei campi di inumazione comuni.

Il provvedimento allo studio è necessario per garantire al contempo la sicurezza dei visitatori e quella degli addetti ai servizi cimiteriali.

L’11 aprile scorso è accaduto un incidente ad un operaio della Lupiae servizi – società affidataria dei Servizi cimiteriali – mentre era impegnato nelle quotidiane operazioni di cura e manutenzione all’interno dell’area di inumazione. Di conseguenza la Asl-Ispesl, dopo apposita ispezione, ha invitato il Comune ad adottare tutti i provvedimenti necessari per rimuovere situazioni di rischio negli spazi di circolazione dei campi di inumazione, disponendo, nel frattempo, il divieto d’accesso.

I disagi all’interno dei campi di inumazione derivano dal fatto che, negli anni, i cittadini hanno realizzato interventi esterni alle sepolture senza chiedere preventivamente la necessaria autorizzazione al Servizio cimiteriale del Comune. In particolare, l’articolo 68 del Regolamento dispone che .

Di fatto, il mancato rispetto del Regolamento ha generato una situazione di disarmonia e confusione che, sotto diversi aspetti, genera rischi per chi lavora e per chi fa visita ai propri cari.

La nuova direttiva si rende necessaria per garantire la sicurezza ai cittadini ed agli addetti ai lavori, favorendo l’agevole accesso ai campi di inumazione, l’eliminazione di ogni impedimento alle operazioni cimiteriali, e, non ultimo, il decoro dell’area destinata all’inumazione comune.

Il provvedimento allo studio garantirà un tempo congruo ai cittadini per potersi mettere in regola. Nel frattempo, per cercare di porre in essere basilari condizioni di ordine per l’accesso alle tombe, il Comune realizzerà, nell’immediato, tracciati percorribili in sicurezza con ghiaia in maniera da indirizzare il camminamento pedonale.

Articoli correlati

Fdi: “Inchiesta Covid è il fallimento della gestione della pandemia. Emiliano chieda scusa”

Redazione

In Puglia nel 2023 registrati 3.643 reati ambientali

Redazione

Quando il tesoro è sott’acqua: Unisalento e la tutela del patrimonio culturale sommerso

Redazione

Corsa a due per la presidenza del Tribunale

Redazione

Lecce, riapre alla circolazione via Vito Carluccio

Redazione

Manca solo l’ufficialità: Pongracic ha svolto le visite mediche con la Fiorentina

Massimiliano Cassone