Sport

Taranto, il settimo attacco del girone attende rinforzi

Taranto dopo la vittoria col Giugliano (foto W. Nobile)

LECCE – A Taranto si lavora per allestire l’organico della prossima stagione. Molti calciatori sono ai saluti. Nelle scorse ore è stato il portiere Loliva a salutare la tifoseria attraverso i canali social.

“Sono stati tre anni intensi e belli, ha scritto Loliva, un po’ deluso perché ha trovato poco spazio.

Ha ammesso di “aver provato emozioni incredibili, mai provate in vita mia – ha aggiunto -, abbiamo gioito e pianto. Ringrazio tutti i miei compagni di squadra, il mister Capuano e il suo staff, e tutti i tifosi che hanno reso questi 3 anni i più belli della mia vita calcistica. Ora le nostre strade si dividono, purtroppo non c’erano più i presupposti per continuare insieme, mi aspettano nuove sfide entusiasmanti che non vedo l’ora di vivere, ma non sarà mai un addio solo un arrivederci, perché un amore così forte, così intenso, non potrà mai finire. Ormai Taranto è e sarà casa. Sei e sarai il mio più grande guasto d’amore. E io sarò per sempre uno di voi. Grazie Taranto, non saprò mai come ringraziarti”.

A Taranto si lavora per allestire l’organico della prossima stagione. Molti calciatori sono ai saluti. Nelle scorse ore è stato il portiere Loliva a salutare la tifoseria attraverso i canali social.

“Sono stati tre anni intensi e belli, ha scritto Loliva, un po’ deluso perché ha trovato poco spazio.

Ha ammesso di “aver provato emozioni incredibili, mai provate in vita mia – ha aggiunto -, abbiamo gioito e pianto. Ringrazio tutti i miei compagni di squadra, il mister Capuano e il suo staff, e tutti i tifosi che hanno reso questi 3 anni i più belli della mia vita calcistica. Ora le nostre strade si dividono, purtroppo non c’erano più i presupposti per continuare insieme, mi aspettano nuove sfide entusiasmanti che non vedo l’ora di vivere, ma non sarà mai un addio solo un arrivederci, perché un amore così forte, così intenso, non potrà mai finire. Ormai Taranto è e sarà casa. Sei e sarai il mio più grande guasto d’amore. E io sarò per sempre uno di voi. Grazie Taranto, non saprò mai come ringraziarti”.

In casa rossoblu sarà rinforzato pure l’attacco. Kanoute è stato il capocannoniere della formazione tarantina con 13 reti: un quarto dei gol segnati dalla squadra di Capuano li ha fatti lui. Quello del Taranto è stato il settimo attacco del girone C. Al primo posto quello dell’Avellino con 62 reti; al secondo quello della Juve Stabia con 57 reti, poi Cerignola e Crotone con 54, Picerno con 53, Casertana 51 e quindi Taranto e Turris con 46.

Tra coloro che potrebbero far parte della batteria di attaccanti c’è pure quello di Sasa Caturano, nella passata stagione al Potenza e autore di 12 gol fra campionato e play off. Sull’attaccante sembra esserci il forte interesse del Campobasso che nella prossima stagione sarà allenato da Piero Braglia, tecnico che a Lecce ha avuto Sasa Caturano. Una vecchia conoscenza, quindi, del tecnico toscano. La sua richiesta potrebbe incidere sulla scelta di Caturano che costringerebbe il Taranto a seguire altre piste . sta cercando di individuare una valida alternativa. Tra i nomi accostati al Taranto pure quello di Sasa Caturano, nella passata stagione al Potenza e autore di 12 gol fra campionato e play off. Sull’attaccante sembra esserci il forte interesse del Campobasso che nella prossima stagione sarà allenato da Piero Braglia, tecnico che a Lecce ha avuto Sasa Caturano. Una vecchia conoscenza, quindi, del tecnico toscano. La sua richiesta potrebbe incidere sulla scelta di Caturano che costringerebbe il Taranto a seguire altre piste .

Articoli correlati

Il Lecce torna ad allenarsi dopo la mattina di riposo concessa da Gotti

Mario Vecchio

Lecce, il portiere Viola ceduto al Team Altamura

Tonio De Giorgi

Manca solo l’ufficialità: Pongracic ha svolto le visite mediche con la Fiorentina

Massimiliano Cassone

A.C. Nardò ecco Calderoni e Amil

Redazione

Ufficiale: Venuti alla Samp, Delle Monache al Lecce

Redazione

La Virtus Francavilla ha ingaggiato il giovane portiere Matteo Bertini

Redazione