AttualitàEvidenzaLecceVideo

Salvemini, nuovo attacco a TeleRama

E’ pronto a tornare a Palazzo Carafa, Carlo Salvemini. E si dice pronto a fare un’opposizione che non sarà mai una contrapposizione fra parti: <Daremo voto favorevole ai provvedimenti che saranno ritenuti utili alla città anche perché – ha detto – molti li avremo fatti noi>
Comizio in piazza Ludovico Ariosto per Carlo Salvemini, ad una settimana dal voto, dalla sconfitta elettorale e dalla vittoria di Adriana Poli Bortone. E soffermandosi sull’analisi della sconfitta l’ex sindaco ha sottolineato che “i motivi sono stati tanti e non vanno ricercati nell’ultimo mese.
Per Salvemini è stata anche l’occasione per fare proprio l’appello di monsignor Seccia di sotterrare le asce della guerra politica e a rimboccarsi le maniche dell’impegno collettivo per il bene collettivo.
Non sono mancati – da parte dell’ex sindaco – un riferimento all’incessante comunicazione di propaganda da parte del ministro Fitto e del sottosegretario Mantovano e critiche al sindaco Poli Bortone.
Nel corso del comizio Carlo Salvemini è tornato ancora una volta ad attaccare, in maniera scomposta, TeleRama ed i suoi 65 lavoratori.
Una cosa è l’informazione, altra cosa sono gli spot e gli spazi autogestiti a pagamento che sono a disposizione di tutti (basta farne richiesta). Confondere i due piani vuol dire mistificare la realtà.
L’informazione di TeleRama è ed è stata sempre aperta a tutti.
Lo era quando, Carlo Salvemini consigliere di minoranza chiedeva e trovava sempre ampi spazi. E continua ad esserlo ancora adesso nonostante Carlo Salvemini (da sindaco prima, e da consigliere di opposizione dopo) rifiuti di partecipare alle nostre trasmissioni ed approfondimenti nonostante i ripetuti inviti. Libero di farlo, per carità. Ma a perderci sono il confronto democratico e il diritto dei cittadini di essere informati.
Salvemini, da sindaco, ha sempre trascurato TeleRama privilegiando altre forme di comunicazione. Non così hanno fatto alcuni suoi assessori e rappresentanti di movimenti che lo sostengono che, invece, hanno raccolto il nostro invito ed hanno partecipato alle nostre trasmissioni.
Salvemini stia sereno, TeleRama continuerà a fare quello che ha sempre fatto, offrendo un’informazione nel segno della libertà, della democrazia e della partecipazione.

Articoli correlati

Salento, scoperta evasione fiscale nel settore turistico marittimo

Redazione

Laudisa a Piazza Giallorossa: “Se cede Gallo, Lecce su Marchizza”

Redazione

Lecce Primavera, esordio in trasferta a Monza

Tonio De Giorgi

Fake Trading, attenzione a 2139 Exchange

Redazione

Delfino resta bloccato nella baia: aiutato dai bagnanti a ritrovare la strada

Redazione

Associazione mafiosa, 4 arresti dopo il ricorso della Dda di Lecce

Redazione