AttualitàLeccePoliticaVideo

Centrodestra: “Emiliano chiama alle armi i primari della Asl pro Salvemini”

La presenza di Emiliano a Lecce, nel giorno dedicato al silenzio elettorale, non è passato inosservato a partiti e movimenti della coalizione di centrodestra, che in una nota ufficiale attaccando duramente il Governatore di Puglia:

“Una riunione “carbonara” con i primari della Asl di Lecce, convocata dal presidente Emiliano alla vigilia del ballottaggio per le amministrative. Il motivo lo svela lui stesso: fare campagna elettorale per il sindaco uscente Salvemini, mobilitando tutti gli “amici”, dicono dal centrodestra leccese. Anziché metterci la faccia e salire sul palco pubblicamente, preferisce agire nell’ombra organizzando incontri a porte chiuse. Ecco di cosa si occupa il governatore pugliese a Lecce: di schierare i suoi giannizzeri a difesa del “fortino” di Palazzo Carafa, sapendo di trovare sottoposti pronti ad obbedire. Il sistema che a Bari è stato smascherato viene replicato anche a Lecce, come denunciamo da tempo: siamo ridotti a colonia, trattati come sudditi. Bari comanda, Lecce esegue”. Dicono ancora dal centrodestra: “Siamo sconcertati dalla spudoratezza di Emiliano e dei suoi fedelissimi leccesi, che chiamano alle armi i direttori di reparto delle strutture sanitarie pubbliche del territorio perché vadano a caccia di voti per il candidato sindaco di centrosinistra in queste ultime ore. Ore che dovrebbero essere di silenzio e riflessione, per ponderare una scelta dalla quale dipenderà il futuro di Lecce e dei leccesi, che ben conoscono i disastri della gestione Salvemini degli ultimi sette anni, tanto che l’avrebbero già rimandato a casa al primo turno, se non fosse stato per una manciata di contestatissimi voti”. E concludono: “Quando parliamo di “metodo Emiliano” facciamo riferimento proprio a questo modo di fare arrogante, che pretende di imporre nomi e porre veti, per continuare ad assicurarsi la gestione del potere. Non solo a Bari ma anche nelle “periferie” dell’impero barese. Una concezione della politica lontana anni luce dalla nostra, perché basata su favori, promesse e compromessi, del tutto scollata dai cittadini e dai loro bisogni. Ci auguriamo che la volontà dei leccesi, già emersa nel voto di due settimane fa, venga confermata con ancora più forza domani e dopodomani, mettendo la parola fine sull’amministrazione Salvemini e inaugurando una stagione di cambiamento e rinascita con Adriana Poli Bortone”.

 

“A campagna elettorale chiusa Emiliano ha ben pensato di approfittare del suo ruolo istituzionale per andare a caccia di voti. Avrebbe potuto farlo, legittimamente, partecipando a comizi e mettendoci la faccia in pubblico nei tempi consentiti. Invece si muove di nascosto, utilizzando canali che avrebbe dovuto attivare per risolvere i problemi del servizio sanitario leccese. E’ gravissimo”. Lo dichiarano i parlamentari leccesi del centrodestra Saverio Congedo (Fratelli d’Italia) e senatore Roberto Marti (Lega) e che aggiungono: “presenteremo un’interrogazione parlamentare sull’accaduto. Lecce e i leccesi non meritano di essere trattati in questo modo”.

Articoli correlati

Lecce Primavera, esordio in trasferta a Monza

Tonio De Giorgi

Fake Trading, attenzione a 2139 Exchange

Redazione

Delfino resta bloccato nella baia: aiutato dai bagnanti a ritrovare la strada

Redazione

Associazione mafiosa, 4 arresti dopo il ricorso della Dda di Lecce

Redazione

FeminaeMaris: un viaggio emozionale nel Salento

Redazione

La Tari delle polemiche, il sindaco: “Adesso voglio vederci chiaro”

Sergio Costa