BariPolitica

Bari: minacce via social a Fabio Romito, candidato sindaco del centrodestra

Minacce a Fabio Romito

BARI – “Sparandoti mi daresti sollievo mentale ed economico, poiché di sicuro diventerai uno di quei parassiti che mi succhiano il sangue“. È il testo delirante del messaggio inviato via Facebook alla pagina del candidato sindaco del centrodestra per Bari, Fabio Romito, che ha presentato denuncia alla Digos. “Una frase minacciosa, frutto del clima avvelenato di questa coda della campagna elettorale” dice Romito, ricordando i continui attacchi degli ultimi giorni su temi che nulla hanno a che fare con la campagna elettorale a Bari e che si sono intensificati con le reazioni, cavalcate a livello locale con espresse finalità elettorali, seguite all’approvazione del decreto legge sull’autonomia differenziata”.

“Per tutta la campagna elettorale si è cercato di etichettarmi come candidato della Lega e non del centrodestra unito, che mi ha indicato e supportato, responsabile di una presunta spaccatura del Paese”, dice Romito. “Da ieri, con l’approvazione del decreto sull’autonomia differenziata – prosegue – gli attacchi del mio avversario politico e di tutti quelli che lo sostengono, media compresi, si sono moltiplicati, parlando di un inesistente imbarazzo da parte mia. Parallelamente, ho subito registrato il moltiplicarsi di messaggi offensivi, fino a quest’ultimo che ha allarmato chi gestisce la mia pagina, e che mi ha spinto a denunciare chi ha scritto ma anche questo clima insostenibile”.

“Non so perché un giovane candidato di 36 anni faccia tanta paura, ma io non intendo mollare la mia battaglia per la libertà”, conclude Romito.

Articoli correlati

Brindisi, Fratelli d’Italia resta in maggioranza

Mimmo Consales

In Puglia nel 2023 registrati 3.643 reati ambientali

Redazione

Il sindaco istituisce un tavolo permanente per lo sviluppo della città

Barbara Magnani

Ospedale Covid Bari, indagati per corruzione e falso Lerario, Mercurio e altri 8

Redazione

Legge Autonomia differenziata, VII Commissione dice No a referendum per abrogarla

Redazione

Governance Poll: cala consenso per Emiliano. Penultimo in classifica  

Mariella Vitucci