AttualitàEvidenzaLecce

Ex ospedale Poggiardo: Pagliaro: “Criticità irrisolte dopo 14 mesi da mia ispezione”

Quattordici mesi dopo la visita ispettiva del consigliere regionale Paolo Pagliaro all’ex ospedale di Poggiardo, le criticità e le carenze fotografate il 28 aprile 2023 restano pressoché irrisolte.

È emerso nell’audizione in Commissione Sanità del Consiglio regionale, a cui hanno partecipato il sindaco di Poggiardo, Antonio Ciriolo, la direttrice del Distretto sociosanitario Virna Rizzelli, il dirigente del Dipartimento Promozione della Salute, Mauro Nicastro. È difficile, nonostante l’abnegazione e la professionalità del personale impegnato nel pta, garantire servizi sanitari di prossimità efficienti alla popolazione dei quindici comuni del distretto. La carenza di medici impedisce di assicurare il ricambio degli specialisti, e questo limita o addirittura blocca l’operatività degli ambulatori. A ciò si aggiungono problemi strutturali e logistici che cominciano dall’esterno del presidio, con ringhiere e muri scrostati, e si ritrovano nelle sale operatorie da accreditare, nella farmacia allocata negli scantinati, in ambienti spesso arrangiati. Anche la strumentazione è carente: nonostante l’acquisto di 2 elettrocardiografi e altri nuovi apparecchi, ce ne sono molti vetusti e da cambiare. Un esempio su tutti: la poltrona odontoiatrica ormai fuori uso, pezzo da museo. Il telecomandato in Radiologia è stato sostituito, ma c’è una sola specialista radiologa e, in sua assenza, il servizio si ferma. Unica nota positiva: l’arrivo di un neurologo che ha consentito di riattivare il Centro Demenze. Il servizio Dialisi funziona ma il nefrologo è prossimo al pensionamento e non si sa come sostituirlo, e gli spazi vanno ampliati. Da potenziare anche la Neuropsichiatria infantile. Da ripristinare i 15 posti di CRAP (la comunità riabilitativa assistenziale psichiatrica) eliminati per inagibilità della vecchia struttura. Un elenco che il consigliere Pagliaro ha scandito, punto per punto, in audizione, ricevendo risposte ancora una volta declinate al futuro.

“Ci auguriamo che le prossime volte ci sia un lasso di tempo minore fra l’ispezione e l’audizione in Commissione. La cosa più grave – sottolinea Pagliaro – è che non è cambiato nulla, ma ancor più grave è che non si siano presentati in Commissione il direttore Rossi e il presidente- assessore alla sanità Emiliano. Saranno impegnati probabilmente in campagna elettorale, e lasciano invece da parte le esigenze dei territori e dei pazienti, che sono in condizioni drammatiche, un po’ come tutto il sistema sanitario in provincia di Lecce”.

“Noi abbiamo segnalato in tante occasioni le cose che non vanno, non soltanto a Poggiardo – prosegue il consigliere – ma qui siamo rimasti esterrefatti che dopo quattordici mesi nulla sia cambiato. Anche la stessa responsabile del distretto e lo stesso sindaco, che ha fatto una riunione utilissima insieme ai sindaci dei 15 comuni del distretto di Poggiardo, hanno registrato esattamente le stesse criticità che noi avevamo evidenziato quattordici mesi fa. Nulla è cambiato, e quindi continueremo a battere sul tasto della ristrutturazione e della riorganizzazione di questi pta e ospedali della provincia di Lecce”.

“In attesa del famoso ospedale Melfi-Melpignano, i cittadini hanno bisogno di risposte perché il diritto alla salute è sacrosanto e primario, e noi continueremo questa battaglia per una buona sanità in provincia di Lecce”, conclude Pagliaro.

“C’è una disattenzione da parte dei vertici regionali e della Asl verso il pta di Poggiardo che è molto preoccupante, e noi abbiamo chiesto insieme al consigliere Pagliaro di avere l’elenco di tutte le esigenze trasferite alla direzione generale, per capire come è possibile risollevare una situazione che è veramente drammatica”, aggiunge il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Antonio Gabellone.

E il sindaco di Poggiardo ha dichiarato che “va fatta una programmazione che sicuramente la Regione chiederà anche alla Asl, e anche noi saremo da stimolo perché si faccia quello che è stato evidenziato, soprattutto a vantaggio dei territori, dei sindaci e dei cittadini”.

Articoli correlati

Un buon Lecce paga due errori, col Galatasaray termina 2 a 1

Massimiliano Cassone

Zes, Fitto: “Polemiche sterili, i fatti dimostrano che la misura è un successo”

Isabel Tramacere

Per l’ultimo saluto a Enzo Mortari il ritorno di alcuni ex Lecce e uno striscione sotto la Nord

Tonio De Giorgi

Protesta contro l’Arneo: le associazioni incontrano il sindaco di Brindisi

Andrea Contaldi

Smontaggio della pista ciclabile a Brindisi: la soddisfazione delle associazioni

Andrea Contaldi

Caloma Festival, a Casamassella per riscoprire le tradizioni nel “Borgo delle tessitrici”

Isabel Tramacere