EvidenzaSport

Lecce, allenatore e tre colpi in una settimana

B. Pierret

LECCE – Sta per chiudersi una settimana importante per il Lecce aperta con l’annuncio della conferma di Luca Gotti sulla panchina giallorossa. L’allenatore veneto era finito pure nel mirino di altre società, alla finestra in attesa di capire se il rapporto tra Gotti e il Lecce sarebbe andato avanti.

Da parte del presidente Saverio Sticchi Damiani c’è stato sempre molto ottimismo al di là del contratto in mano a Gotti scattato con la permanenza del Lecce in Serie A. A proposito è passato già poco più di un mese dalla salvezza acquisita dalla squadra giallorossa. Senza giocare. Infatti, prima della partita contro l’Udinese, la vittoria del Milan contro il Cagliari assicurò al Lecce un posto nella prossima Serie A. Proprio il Milan, la squadra che sicuramente ha fatto più arrabbiare il presidente Sticchi Damiani e i tifosi del Lecce. Nella partita di andata, infatti, al Via del Mare, fu annullato un gol a Piccoli, quello della vittoria, per un pestone a Thiaw sfuggito al direttore di gara Abisso, ma rilevato dal VAR.

Una furia, Sticchi Damiani nel rivendicare quei tre punti che magari sarebbero stati fondamentali per salvarsi. E nella partita di ritorno la direzione arbitrale non è piaciuta per niente, con l’espulsione di Krstovic e un rigore mancante al Lecce. Gli applausi ironici di Sticchi Damiani, che abbandonò pure la tribuna, fecero il giro d’Italia.

E alla fine è stata proprio la squadra rossonera a spingere il Lecce sotto il traguardo risparmiando alla rivitalizzata squadra di Gotti l’ultimo sforzo. Gotti che, avveva già guadagnato la stima e la fiducia di tutti, ma nel calcio gli accordi, pure quelli scritti, possono essere comunque stracciati. Non è stato così per Gotti che ha guadagnato pure un altro anno di contratto e, dunque siederà sulla panchina giallorossa fino al 2026.

C’è voglia di aprire un ciclo con il tecnico veneto inquadrato come la guida giusta per un club che crede nella sostenibilità. Ci proverà pure nella prossima stagione cercando di compiere il terzo miracolo di fila.
È di venerdì, invece l’annuncio dell’arrivo di Tete Morente, esterno offensivo spagnolo, ultima stagione all’Elche, in Segunda Division. Il calciatore è atteso in città lunedì e successivamente avvierà l’iter delle visite mediche prima dell’annuncio ufficiale dell’ingaggio che dovrebbe avere una base triennale. Il Lecce potrebbe accogliere insieme sia Tete Morente che Balthazar Pierret. Anche il francese è stato un colpo a parametro zero della coppia Corvino-Trinchera. Era atteso già giovedì, ma la cancellazione di alcuni voli per il Salento hanno fatto slittare il suo arrivo per l’inizio della prossima settimana. Tre annunci in pochi giorni per il Lecce che verrà. E a proposito, non bisogna dimenticare l’ingaggio del difensore centrale bulgaro Cristian Nikolaev Pehlivanov, rinforzo per la formazione Primavera.

 

Articoli correlati

Virtus Francavilla, preso il difensore Lanzolla

Tonio De Giorgi

Bambine molestate durante la lezione di equitazione: condannato istruttore

Paolo Franza

Lecce, mercoledì in campo con due amichevoli

Mario Vecchio

Intercettato veliero carico di migranti diretto a Santa Maria di Leuca

Paolo Franza

Lecce, in vista dell’amichevole prime nozioni tattiche

Mario Vecchio

Alla scoperta di Neusfit sede del ritiro del Lecce

Mario Vecchio