AttualitàLecce

Prevenzione incendi, presto i controlli

LECCE – Ultimi giorni per ripulire le fasce perimetrali intorno a campi, boschi e incolti. Il termine ultimo è il 31 maggio poi scatteranno i controlli. Il termine è fissato per il 31 maggio, poi scattano i controlli.

La lotta agli incendi comincia con la prevenzione.

E in provincia di Lecce, in particolare, il Gruppo Carabinieri Forestale, con i Nuclei di Lecce, Gallipoli, Maglie, Otranto e Tricase, ha pianificato, a partire dal primo giugno, un pattugliamento capillare del territorio, per accertare eventuali violazioni. La Legge regionale, infatti, fissa al 31 maggio il termine ultimo per realizzare le opere di difesa sul campo; cioè lavorazioni del terreno lungo tutto il perimetro al fine di ripulirlo da vegetazione erbacea spontanea, potenziale veicolo di propagazione di fiamme. Gli obblighi riguardano anche i proprietari e i gestori di villaggi residenziali turistici e campeggi.

Per i trasgressori sanzioni e, in caso di incendio, si rischia grosso.

Lo scorso anno la pineta di San Cataldo (il 25 luglio) è stata in parte distrutta dalle fiamme (oltre 40 gli ettari in fumo), che lambirono anche case mettendo a rischio l’ incolumità di villeggianti e residenti.

Altri incendi si sono verificati in zone ad alta frequentazione turistica: la zona di Rottacapozza-Torre Mozza ad Ugento e quella di Lido Conchiglie a Gallipoli.

La prevenzione e la messa in sicurezza delle superfici boscate sono fondamentali perché la maggior parte degli incendi boschivi, nel territorio salentino, si originano da fuochi accesi su cigli stradali, cumuli di rifiuti, terreni incolti e coltivi abbandonati (soprattutto uliveti rinsecchiti dagli effetti della Xylella).

Articoli correlati

Premio Imprese & Talenti, 500 borse di studio per il master in marketing internazionale

Mariella Vitucci

Lecce, a fuoco i mobili nel porticato. Evacuate due palazzine

Sergio Costa

Gallipoli, a fuoco la collina di San Mauro. Paura anche in spiaggia

Mario Vecchio

Lecce, adesso è ufficiale, ritiro in Austria dal 14 al 28 luglio

Massimiliano Cassone

Si è spento l’avvocato Roberto Marra. Il cordoglio di Telerama alla famiglia

Redazione

Voragine nel soffitto e crepe sul balcone, Arca Sud non risponde

Mario Vecchio