Eventi

Un Marzo spettacolare: tre film imperdibili ora al cinema

Pubblico generico all'interno di una sala cinematografica

SALENTO – Avete presente quell’amico che si lamenta costantemente della scarsa qualità dei film proiettati in sala? “Al cinema non c’è mai niente…” Ecco, questa la classica frase irritante ma soprattutto poco realistica che molti di noi sentono giornalmente. Poco realistica si, perché questa ritrovata golden age della settimana arte, in cui i produttori ascoltano il pubblico e il pubblico ripaga la loro fiducia andando sempre di più in sala, continua ad essere una tendenza quasi in aumento. Dal cinema d’autore al blockbuster Hollywoodiano sono tantissime le pellicole che in questo periodo stanno attirando l’interesse delle persone, come per esempio i nostri consigli settimanali di questa prima fase di Marzo.

Partiamo con il genere drammatico con “La sala professori” di Ilker Çatak. Di produzione tedesca, il secondo lungometraggio del regista, è stato uno dei protagonisti della 73esima edizione della Berlinale, il noto festival di cinema di Berlino.

L’ambiente, vero protagonista scelto dal regista, è una scuola secondaria di primo grado dove una nuova insegnante, Carla Novak, decide di sua spontanea volontà di interrompere una serie di furti che stanno avvenendo nell’istituto. La sua indagine la porterà alla scoperta di tantissime incoerenze etiche che abitano il tessuto sociale scolastico. Il film è uno dei cinque candidati come miglior film internazionale alla 96esima notte degli Oscar, attesissimo evento che chiuderà l’11 Marzo la stagione dei premi cinematografici.

Rimaniamo nel genere drammatico, passando da un’analisi antropologica ad un trattato esistenziale con “Estranei” di Andrew Haigh. Liberamente tratto dall’omonimo romanzo del 1987 scritto da Taichi Yamada, il dramma sentimentale, di Haigh si concentra prevalentemente sul valore della memoria, del rimpianto e soprattutto del venire a patti con le proprie paure ed insicurezze. Il regista ha scelto Andrew Scott per il ruolo di Adam, il protagonista delle vicende: un quarantenne omosessuale con un blocco creativo che incontra il giovane Harry, un uomo esuberante che gli si propone con grande disinvoltura emotiva e sentimentale. Adam se vorrà di nuovo essere capace di sentire il valore dell’amore e della vita, prima dovrà riuscire a convivere con i suoi fantasmi.

Chiudiamo i consigli settimanali con il mastodontico “Dune – parte 2” di Denis Villeneuve. Dopo l’enorme successo di critica e di botteghino che fu “Dune: parte 1”, ci sono voluti tre anni per rivedere l’elaboratissimo universo fantascientifico di Dune sul grande schermo. Finalmente sicuro di essere il Kwisatz Haderach, una figura messianica nata grazie a diversi incroci genetici lunghi generazioni, che grazie ai suoi poteri di preveggenza e alla sua memoria millenaria giocherà un ruolo cruciale nel destino del pianeta Arrakis e soprattutto dell’universo fantascientifico nato dalla penna di Frank Herbert. Il primo vinse ben 6 statuette agli oscar e ci si aspetta che questo secondo film riesca ad eguagliare, se non addirittura a superare, il successo della prima parte. I primi riscontri sul suolo italiano sono entusiastici: dati Cinetel lo piazzano come primo al botteghino italiano dal giorno della sua uscita nelle sale. Dalla maestosa fotografia del maestro australiano Greig Fraser all’evocativa e struggente colonna sonora di Hans Zimmer: tutto in questo film è già iconico e memorabile.

Articoli correlati

Tutto pronto per “Cortili Aperti Martano” tra cultura, musica ed enogastronomia

Barbara Magnani

Con “Teatro dei Luoghi” Lecce si riunisce nel nome di Dante

Isabel Tramacere

FeminaeMaris: un viaggio emozionale nel Salento

Redazione

Il 26 luglio la quarta edizione di “Cucina il Salento”

Redazione

Cena con dedica “salentina” per la figlia di Carolina di Monaco

Elisabetta Paladini

Feci e urina nei corridoi del sotterraneo: foto choc nell’ospedale di Gallipoli

Isabel Tramacere