Attualità

Dal Salento ad Odessa, un viaggio tra solidarietà e bombardamenti

LECCE – La devastazione della guerra, i bombardamenti vissuti in prima persona e la disperazione della gente che ha perso tutto. Immagini ed emozioni che ancora sono fortemente impresse in Sergio Bellavita, che a fine settembre ha deciso di partire da Lecce per raggiungere Odessa per portare materiale sanitario, farmaci, alimenti, raccolti nel Salento destinati alla popolazione ucraina. Un viaggio difficile, fatto in compagnia dell’amico calabrese Giuseppe, passando per le frontiere della Grecia, Bulgaria, Romania e Moldavia, poi l’arrivo ad Odessa accolti da padre Valentino al quale a consegnato i primi aiuti, poi il trasferimento in periferia ospiti di padre Vitaly insieme a diversi volontari lombardi. In questo percorso l’incontro con bambini, adulti, famiglie, che non dimenticheranno mai.

Articoli correlati

Rinnovo convenzione Lsu, ancora tutto tace: ore di attesa

Redazione

Xylella, Cezzi: “Regione senza mezzi e personale, serve un commissario”

Redazione

Il Patriarca di Costantinopoli incontra la comunità ortodossa e saluta il Salento

Redazione

Sospetto caso Coronavirus, le prime analisi escludono il contagio

Redazione

Una Puglia covid free: zero nuovi casi e zero decessi

Redazione

La ministra De Micheli: rilancio dei porti di Taranto e Brindisi e un “super” treno per Lecce

Redazione