Cronaca

In estate lo sbarco cambia volto: tratte “fantasma” su barche in affitto

LEUCA – Quello di Leuca delle scorse ore è uno dei tanti sbarchi sulle coste salentine, ma è la modalità con cui è avvenuto a spingere ad una riflessione diversa.
Nel caso specifico in mattinata ad intercettare una barca a vela di 12 metri appena ormeggiata al porto sono stati i finanzieri di Leuca, incuriositi dal natante e intervenuti, per approfondire, insieme ai colleghi del Roan di Gallipoli.
È emerso subito come quella imbarcazione avesse trasportato due nuclei familiari di nazionalità siriana: 12 persone in tutto, tra cui bambini e una donna incinta, quest’ultima accompagnata al “Panico” di Tricase per tutti gli accertamenti del caso.
I migranti sono stati identificati e denunciati per introduzione clandestina. Subito dopo sono stati accompagnati a Masseria Ghermi a Lecce. Altri approfondimenti sono in corso da parte del pool anti immigrazione coordinato dai finanzieri del Gico.
Non si tratta di un episodio isolato ed è questo il punto. Stando a quanto emerge quello dello sbarco “fantasma”, tramite imbarcazioni noleggiate o addirittura acquistate, è un fenomeno che nel Salento sta gradualmente alzando il passo.
Un metodo, questo, che sta aumentando soprattutto in estate, quando i flussi in mare inevitabilmente crescono e un natante noleggiato o affittato non è di certo raro e degno di particolare attenzione. Una tecnica che mette a dura prova Guardia Costiera e Fiamme Gialle.

 

Articoli correlati

Bimba si smarrisce in spiaggia: ritrovata in tempo record dalla polizia

Redazione

Orto a base di cannabis: arrestato “pollice verde” montesanese

Redazione

In fiamme cassette di legno e plastica. Salvato un cavallo

Paolo Franza

Scontro tra auto, dopo un mese di agonia muore 60enne. La moglie spirò il giorno dopo

Redazione

Malore in acqua, muore 70enne brindisino

Redazione

13 enne violentata nel villaggio turistico? Indagini su un animatore

Mario Vecchio