Cronaca

Salvata cagnolina gettata in un pozzo agonizzante. Ora indaga la Procura

GALATONE – Una meticcia di circa 2 anni era stata gettata in un pozzo agonizzante, ma grazie alla segnalazione da parte di un cittadino e del suo cane è stata tratta in salvo. È accaduto in una contrada di Galatone. L’uomo si è recato in campagna per raggiungere un’abitazione di sua proprietà, quando ha sentito dei guaiti. Dopo alcune ricerche, grazie anche al fiuto del suo amico a quattro zampe, ha identificato il posto esatto dove si trovava la cagnolina, abbandonata e sofferente, subito ha allertato la polizia locale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sul posto oltre agli agenti, sono giunti anche il proprietario del fondo (del tutto estraneo al fatto), la Presidente dell’Associazione Randagino e l’Assessore comunale con delega alla Tutela degli Animali. La meticcia è stata quindi recuperata e affidata alle cure di un veterinario. Il comando della Polizia locale ha informato dell’accaduto l’autorità giudiziaria, ora la Procura sta indagando per risalire al responsabile dell’atto di maltrattamento e abbandono. Il pozzo dove è stata ritrovata era in origine chiuso e posto in sicurezza con un lucchetto che è stato evidentemente forzato, per aprirlo, e gettarvi dentro, volontariamente, l’animale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Colpito dal tronco di un albero muore un operaio dell’Arif mentre spegne un rogo

Redazione

Schianto fatale, muore una donna di 80 anni

Redazione

Malore in piscina, 13enne muore dopo 8 giorni di coma

Redazione

Uragano ai Caraibi, morto un operaio salentino

Isabel Tramacere

Salvataggio in extremis a Nardò. La richiesta: “Serve primo intervento h24”

Paolo Franza

Dopo la rissa nel centro storico scatta la chiusura per 15 giorni di un locale

Redazione