CronacaEvidenza

Atto intimidatorio contro “re delle angurie”

NARDO’- E’ avvolto ancora nel mistero quanto accaduto nella notte a Nardò. Ciò che è certo è che qualcuno ha voluto lasciare il segno, lanciando una bottiglietta incendiaria contro l’abitazione di Pantaleo Latino, 64enne detto “Pantaluccio” e considerato il “re delle angurie”.

E’ accaduto intorno all’1.00, all’altezza del civico 1 di via Montessori, nella zona 167. Qui, ignoti hanno lanciato una molotov generando un piccolo incendio che ha annerito la recinzione dell’edificio. Il rogo fortunatamente  è stato  domato nel giro di pochi minuti dallo stesso proprietario, già noto alle forze dell’ordine, perchè coinvolto nel 2012, nell’Operazione Sabr, riguardante il fenomeno del caporalato, la ““riduzione in schiavitù” nelle campagne neretine.

Sull’episodio ora i carabinieri hanno avviato le indagini, alla ricerca di indizi che possano risalire e dare un volto ai o al responsabile e soprattutto per risalire al movente di questo gesto intimidatorio.

Nel frattempo ricordiamo che proprio lo scorso anno la quinta sezione della Corte di Cassazione aveva annullato la sentenza di assoluzione emessa in Appello nei  riguardi di Pantaleo Latino e nei confronti di alcuni imputati coinvolti nell’inchiesta Sabr, rinviando gli atti per un nuovo giudizio.

Articoli correlati

Tragico scontro in autostrada, muoiono il fratello e la cognata del prefetto di Foggia

Redazione

In Puglia nel 2023 registrati 3.643 reati ambientali

Redazione

Lecce, il portiere Viola ceduto al Team Altamura

Tonio De Giorgi

Ospedale Covid Bari, indagati per corruzione e falso Lerario, Mercurio e altri 8

Redazione

Immersione fatale: muore sub di 62 anni a Santa Caterina

Erica Fiore

Sequestri in riva al mare: a Porto Cesareo sigilli ad un lido abusivo, a Tricase ad un ristorante

Erica Fiore