Sport

V.Francavilla, in difesa c’è il muro ma bisogna completare la rosa

FRANCAVILLA FONTANA – Passo dopo passo prende forma la nuova Virtus Francavilla del post Antonio Calabro, ovvero quella di mister Alberto Villa.

Una squadra che punta in primis alla salvezza, ma che nel prossimo campionato spera di alzare l’asticella e di fare felice il patron Antonio Magrì. Il sogno è quello di conquistare i playoff. Rispetto alla scorsa stagione bisogna migliorare il rendimento esterno, che è stato pessimo, cercando di essere più efficaci lontano dalle mura amiche della Nuovarredo Arena.
Dal mercato in entrata, per una difesa di qualità, fatta di muscoli e centimetri, sono arrivati due pezzi pregiati per la categoria, i due centrali Juan Cruz Monteagudo e Fabio Gavazzi, anche se ha salutato Alessandro Caporale che si è accasato al Lecco, dopo aver collezionato con la maglia biancazzurra, in 5 anni, 171 presenze 6 gol e 4 assist.
Il veloce Nicoli potrebbe diventare subito un tassello inamovibile della fascia sinistra. Serve, però, un altro esterno: gli imperiali stanno seguendo De Marino che potrebbe arrivare nel Salento, ma solo se Enyan dovesse partire.

Bisogna rinforzare anche la fascia destra, dove manca il giocatore titolare, anche se c’è già l’ultimo arrivato Marocco, ma potrebbe a breve arrivare anche un over.
La mediana è il reparto più completo, almeno al momento: ci sono Fornito, Risolo, Macca e Di Marco. Giorno, invece, potrebbe trasferirsi altrove.

Capitolo portiere, Antonazzo lavora per Francesco Forte e Miguel Angel Martinez, col primo in vantaggio in questo momento.
In attacco, infine, Villa può contare su Artistico e Polidori, ma la coperta è corta e dal mercato potrebbe arrivare più di una ciliegina sulla torta dopo la partenza del bomber Patierno.

Articoli correlati

Lecce sulla strada giusta, 3 gol al Werder Brema

Massimiliano Cassone

Lecce, Blin verso Palermo

Redazione

Casarano: arriva Opoola

Redazione

Brindisi FC: arriva il centrocampista Pipitone

Redazione

Brindisi, un nuovo inizio tra sfide e speranze

Andrea Contaldi

Vela, due salentini campioni del mondo ILCA

Redazione