Attualità

Zollino. I consiglieri di minoranza all’attacco: “Il sindaco racconta un paese dei sogni”

ZOLLINO – Dopo l’intervista al sindaco di Zollino Edoardo Calò andata in onda nella nostra trasmissione “Sono sindaco”, arriva la decisa replica dei consiglieri comunali di minoranza Paolo Pellegrino del Movimento Regione Salento, Francesco Ferente e Paolo Catalano del gruppo PAME .

Di seguito la nota dei consiglieri:

“Increduli e sconcertati”, abbiamo assistito all’intervista del Sindaco di Zollino, Edoardo Calò, andata in onda ieri nella trasmissione “ Sono sindaco” di Telerama.
Un Paese dei sogni, quello descritto dal primo cittadino, con una rassegna estiva ricca di eventi culturali, dove regna l’armonia con cittadini e associazioni, con amministratori presenti e impegnati sul territorio, pieno di finanziamenti, cantieri e progetti per il futuro…
Purtroppo però la realtà è ben distante da tutto questo, come ben sanno i cittadini di Zollino!!!
Mai nel nostro comune si era vista una totale assenza di programmazione culturale e ricreativa come quella fatta registrare negli ultimi periodi. E se nei primi anni di mandato ci si è nascosti dietro la scusa della pandemia, ora appare chiaro che i soli eventi estivi in programma sono quelli portati avanti, con non poco sacrificio e in piena autonomia, dai comitati cittadini e dalle associazioni.
Le stesse associazioni letteralmente prese di mira e perseguitate dall’Amministrazione quando ritenute “poco amiche” come ad esempio nel caso del “Centro Anziani” (“malasorte” toccata anche a diversi operatori commerciali e professionisti).
Il Sindaco Calò parla di oltre 4 milioni di finanziamenti in corso, omettendo però di dire che quelle risorse sono in grandissima parte frutto o della programmazione della precedente Amministrazione o di finanziamenti a pioggia previsti per tutti i comuni, o ancora di interventi realizzati da Enti terzi i cui meriti non sono di certo ascrivibili all’operato del primo cittadino e della sua squadra.
L’unico importante progetto ottenuto da questa Amministrazione, la costruzione di un asilo nido con risorse del PNRR, in un paese caratterizzato da un numero di nascite vicine allo zero, rischia di essere l’ennesima cattedrale nel deserto, mancando qualsiasi programmazione a livello sovracomunale e soprattutto non avendo previsto in bilancio nemmeno un euro per la sua gestione. Ma anche in questo caso la voce della minoranza che proponeva soluzioni alternative è rimasta inascoltata.
Per il resto si segnalano solo ritardi nei cantieri (magari con l’intento di tagliare qualche nastro inaugurale nel periodo delle prossime elezioni), errori e danni per i cittadini. Due esempi per tutti:
1. I lavori di riqualificazione del Parco Pozzelle, iniziati addirittura senza le previste autorizzazioni della Sovrintendenza, poi sospesi e fatti modificare da questa in corso d’opera che stavano rischiando di rovinare irrimediabilmente il più importante sito culturale della nostra comunità.
2. E ancora il progetto di efficientamento del plesso scolastico di Sergio Stiso, ereditato dalla precedente Amministrazione, dove era previsto un importante intervento di bonifica e messa in sicurezza della struttura dal rischio gas RADON (ndr. Zollino e proprio l’istituto scolastico registrano infatti i più elevati livelli di questo gas cancerogeno dell’intera provincia secondo il Report Ambiente e Salute). Intervento inspiegabilmente stralciato in corso d’opera dalla Giunta Calò e sul quale il Sindaco non ha mai accettato un dibattito pubblico per chiarire la vicenda.
Invitiamo ancora una volta il Sindaco, molto loquace in assenza di contraddittorio, a volersi confrontare pubblicamente, come e quando lo riterrà opportuno su questi come su molti altri temi di interesse dei cittadini, dall’incapacità di un minimo “confronto democratico”, dal degrado in cui versa la villa comunale, all’appalto sui rifiuti in proroga senza gara da quasi 5 anni, dalla gestione del patrimonio comunale, ai tanti finanziamenti persi …
Noi attendiamo fiduciosi, per il bene di Zollino.

Articoli correlati

Stabilimenti, per la corte UE le opere inamovibili diventano proprietà dello Stato

Redazione

Festival Valle d’Itria, 50 anni di grande musica. A Martina Franca dal 17 luglio al 6 agosto

Mariella Vitucci

Contact center: “L’intelligenza artificiale è una sfida da raccogliere”

Antonio Greco

Future Cup: un torneo di sport e solidarietà per CuoreAmico

Barbara Magnani

Il dado è tratto: ecco la giunta di Adriana Poli Bortone

Sergio Costa

Classifiche atenei, Unisalento migliora ma restano criticità legate al mondo del lavoro

Redazione