Cronaca

Commercio illegale di mitili: sequestrati 35 sacchi di cozze

TARANTO – Sempre alta l’attenzione della Polizia di Stato nel contrasto all’illecito commercio di alimenti nocivi alla salute pubblica, con particolare attenzione ai
prodotti ittici e mitili. I poliziotti del Commissariato Borgo, in collaborazione con il personale della Capitaneria di Porto, hanno ispezionato le zone dove abitualmente avviene lo scarico di cozze allevate nei seni del Mar Piccolo per le quali è in vigore il divieto di prelievo e di commercializzazione. In uno di questi servizi di controllo, gli agenti hanno notato un uomo che stava prelevando da un’imbarcazione alcuni sacchi di mitili per caricarli nel cofano della sua Fiat Bravo. Gli agenti in maniera defilata hanno seguito l’auto, arrivando fino ad una pescheria del comune di Statte. Immediato l’intervento del personale che ha sequestrato 35 sacchi di cozze e circa una ventina di vaschette di cozze lavorate a mezzo guscio che erano state appena scaricate dal cofano dell’auto. Dopo aver affidato tutta la merce sequestrata al personale specializzato dell’ASL di Taranto per la successiva distruzione, il proprietario della Fiat ed il titolare della pescheria sono stati denunciati in stato di libertà perché ritenuti presunti responsabili del reato di commercio di sostanze alimentari nocive in concorso tra
loro. Per gli indagati vige il principio della presunzione di innocenza sino a sentenza definitiva.

Articoli correlati

Vasto incendio a Spiaggiabella. Le fiamme lambiscono alcune abitazioni

Antonio Greco

Associazione mafiosa, 4 arresti dopo il ricorso della Dda di Lecce

Redazione

La Guardia Costiera di Brindisi salva sei diportisti

Andrea Contaldi

In quattro restano feriti durante il giro in giostra. Paura a Gallipoli

Paolo Franza

Distretto sanitario neretino senza medici e infermieri: “allarme inascoltato da anni”

Redazione

Gallipoli, una maxi rissa tra giovani culmina in accoltellamento: feriti due ventenni

Redazione