Attualità

“Ci tolgono la dignità”, la rabbia corre sui binari

LECCE – Indignazione è la parola che meglio descrive ciò che si prova a sentire l’odissea che un passeggero disabile ha vissuto su un treno diretto a Lecce. Il caso che ha fatto clamore negli ultimi giorni e sul quale è intervenuto il consigliere regionale Paolo Pagliaro, che più volte ha richiamato l’attenzione sul problema, ha avuto la sua triste eco anche a livello nazionale. Una vergogna, un’umiliazione non solo per la città di Lecce ma per l’intero Salento. Nel 2023, niente ascensore o montascale nella stazione di Lecce per le persone con problemi di deambulazione o ridotta capacità motoria, e servizio assistenza indisponibile perché non prenotato con almeno dodici ore di anticipo. Un caso isolato? Nient’affatto.

Scoprire con amarezza che la stazione non dispone di adeguati servizi per le persone con disabilità è successo purtroppo altre volte come riportiamo attraverso la testimonianza di chi ha vissuto il disagio in prima persona.

Articoli correlati

Fake Trading, attenzione a 2139 Exchange

Redazione

Delfino resta bloccato nella baia: aiutato dai bagnanti a ritrovare la strada

Redazione

FeminaeMaris: un viaggio emozionale nel Salento

Redazione

La Tari delle polemiche, il sindaco: “Adesso voglio vederci chiaro”

Sergio Costa

Il 26 luglio la quarta edizione di “Cucina il Salento”

Redazione

Inaugurato il campo scuola della Protezione Civile

Redazione