Cronaca

Nel sinistro lei morì, lui risultò drogato: chiesto il processo per omicidio stradale

ORTELLE – Risultò positivo ad alcol e droga: conduceva la vettura sulla quale viaggiava Loreta Merola, 30enne di Scorrano che, in seguito ad un violento incidente, morì sul colpo.

Adesso con l’ipotesi di reato di omicidio stradale, lui – 41enne di Poggiardo – rischia il processo. A chiedere il rinvio a giudizio il pubblico ministero Giorgia Villa. A difenderlo gli avvocati Luigi e Alberto Corvaglia. L’udienza preliminare è fissata al 26 settembre prossimo, davanti alla Gip Laura Liguori.

L’uomo, originario di Poggiardo, la sera del 2 settembre era alla guida di un’Alfa Romeo e Loreta Merola sedeva al suo fianco. Stando alle indagini, l’uomo effettuò un sorpasso azzardato e non consentito su quel tratto di strada che collega Castro a Vignacastri. Da qui il violentissimo impatto con una Ford Focus. Anche il conducente di quest’ultima risultò positivo alla cannabis: per lui – difeso dagli avvocati Raffaele Colluto e Salvatore Vincenti – scattò una denuncia a piede libero. Le indagini ne hanno appurato, di fatto, la non colpevolezza nella dinamica del sinistro, per il quale finì anche in terapia intensiva. 

Articoli correlati

Tenta rapina con pistola giocattolo: arrestato 41enne

Redazione

L’Università del Salento premia l’innovazione

Redazione

Si abbassano le sbarre, auto incastrata nel passaggio a livello. Tragedia sfiorata a Tricase

Redazione

Donna morta al ‘Perrino’, gli indagati salgono a 15

Redazione

Travolto in scooter, centauro muore in città

Redazione

Venduti all’asta i macchinari Omfesa, cala il sipario sulle ex officine di Trepuzzi

Redazione