Lecce, gli attaccanti hanno perso la via del gol

Il gol di Ceesay alla Fiorentina (foto P.Pinto)

LECCE – (t.d.g.) Gli attaccanti del Lecce senza gol. Hanno perso la bussola da qualche partita. Esattamente dalla sfida contro la Lazio. Quando al Via del Mare Strefezza e Colombo aprirono il 2023 nel migliore dei modi stendendo i biancocelesti di Sarri.

Poi più nulla. Nelle successive tre partite nessun attaccante è entrato nel tabellino marcatori. Un dato preoccupante.

Contro lo Spezia la partita è terminata a reti inviolate. Contro il Milan, invece, la squadra leccese ha bucato la porta dei campioni d’Italia grazie a un’autorete di Theo Hernandez e al gol di Baschirotto.

A Verona le polveri non si sono accese. È importante segnare, è vero, non chi fa gol.

E qui entra in gioco il sistema offensivo della squadra giallorossa che deve essere in grado di mettere i propri attaccanti nelle condizioni di segnare. Ed è un repertorio più difficile da mettere in atto rispetto alle palle inattive.

Un aspetto che sicuramente Baroni avrà evidenziato alla squadra e sul quale sta lavorando. Per portare gli attaccanti dentro l’area avversaria affidandosi alla collaborazione di tutti e a una manovra, corale, avvolgente e pungente.

Il tecnico giallorosso conta di recuperare Ceesay. L’attaccante gambiano non è stato utilizzato nelle ultime due partite. Contro lo Spezia è stato mandato in campo nel finale. Non gioca dal primo minuto dalla sfida contro la Juventus. E l’ultimo dei suoi tre gol lo ha segnato contro la Fiorentina il 17 ottobre scorso.

La crescita di Colombo hanno un po’ oscurato l’ex Zurigo il quale, tuttavia, quando chiamato in causa, in corso d’opera è riuscito a dare poco. Subentrare non è mai facile, ma è l’unica via per riconquistare un posto da titolare

Ultimamente Ceesay ha dovuto pure superare qualche acciacco, ma sta recuperando la forma migliore. E intanto Baroni ha lanciato pure Voelkerling, giovane molto promettente secondo gli addetti ai lavori.

Per vincere servono i gol, che non hanno una esclusiva. Ma associati al nome di un attaccante fanno un certo effetto, e sono segnali significativi per il gioco che sviluppa la squadra.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*