Donne trovate morte a Roma, in queste ore l’ascolto dell’ex fidanzato “sciamano”

LECCE – Potrebbero emergere elementi utili alle indagini dall’ascolto dell’ex compagno di una delle due donne (madre e figlia) rinvenute cadavere nel loro appartamento a Roma . L’uomo, originario di Taurisano e che si definisce uno “sciamano”, ha vissuto in quell’appartamento

Si infittisce il giallo che ruota attorno al ritrovamento dei due cadaveri in un appartamento di Roma. Inquirenti al lavoro per stabilire cosa sia accaduto alle due donne, Elena Bruselles di 83 anni e Luana Costantini di 54 anni madre e figlia , che, a quanto è dato sapere sarebbero decedute in momenti diversi e peraltro molti giorni prima del rinvenimento.

In queste ore è previsto in Questura a Lecce l’ascolto dell’ex fidanzato della 54enne, un uomo più giovane di lei originario di Taurisano che sui social si identifica come “sciamano”, fondatore di Cubitrix una “comunità” del paranormale, una sorta di setta. L’uomo potrebbe fornire informazioni utili agli inquirenti.

Intanto in queste ore continuano ad emergere elementi inquietanti. Nell’appartamento (ora sotto sequestro) della Capitale, nel quartiere Monte Mario, nella casa in cui abitavano entrambe, in Via Giulio Salvadori, le forze dell’ordine hanno rinvenuto oltre ad alcuni indumenti maschili , candelabri, tuniche, formule magiche, evidenti tracce di qualche rito esoterico.

Laura era da sempre attratta dall’occulto e, stando alle indagini del commissariato di Polizia del posto avrebbe perso il lavoro per le sue posizioni no vax e poi sarebbe diventatra un’adepta della comunita Cubitrix.

Altri elementi utili certamente emergeranno dall’esame autoptico che sarà effettuato sui corpi delle due, sui quali non sembrano esserci segni di violenza.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*