Brindisi, a Sassari serve una vittoria per rialzarsi

BRINDISI – Non c’è più tempo per sbagliare, non c’è più tempo per lasciare punti per strada, per sperare di riprenderli dopo, adesso è tempo di vincere, senza se e senza ma.

Per Happy Casa Brindisi la trasferta di Sassari rappresenta un crocevia importante che potrebbe determinare anche le scelte future di mercato.

La speranza è l’ultima a morire ma quella di qualificazione alla Final Eight è appesa ad un filo così sottile che quasi non si percepisce ma bisogna vincere per provarci fino alla fine.

Questo perché Sassari che ha 12 punti, come Brindisi e Scafati, davanti c’è Brescia con 14; la qualificazione alle Final Eight passa da queste tre sfide: Sassari-Brindisi, Verona-Brescia e Scafati–Pesaro. Vincere, ovviamente potrebbe non bastare, basta guardare la classifica ma servirebbe comunque a ritrovare morale mantenendosi lontani dalla zona meno nobile del massimo campionato di basket nazionale.

Ci vuole ottimismo, forza, carattere e un balzo in avanti dell’orgoglio che molte volte permettere di gettare oltre ogni ostacolo il cuore.

Al suono della sirena della sfida di Sassari che si giocherà domani alle 19.30 al PalaSerradimigni sapremo se la compagine guidata da coach Vitucci ha passato l’esame di maturità. Una vittoria, basta una vittoria per non buttare via l’intera stagione, indipendentemente dalle Final Eight di Coppa Italia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*