Beni da recuperare: in arrivo 234 mila euro per la provincia di Lecce

PUGLIA – È in arrivo un finanziamento di 2 milioni e 200 mila euro da parte della Regione Puglia per il recupero di 42 beni immobili del territorio, sia pubblici che privati, di particolare rilevanza storica, artistica e religiosa. “Si tratta di piccoli interventi con cui sosteniamo il ricamo di una trama di spiritualità e cultura in luoghi dove è custodito il cuore religioso delle comunità dei fedeli e quello laico del flusso di storia e delle storie che li ha attraversati e li attraversano”, ha commentato a tal proposito il vicepresidente della Regione Puglia e assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Piemontese. Per il restauro e la manutenzione di pulpiti, altari, opere scultoree e battisteri ai Comuni sono stati assegnati contributi fino a 35 mila e 500 euro, mentre quelli destinati a enti religiosi della Chiesa cattolica e di altre confessioni hanno raggiunto il tetto di 43 mila e 170 euro.

Nel dettaglio, in provincia di Lecce sono stati finanziati i restauri conservativi della chiesa di San Giuseppe ad Alliste con un contributo di € 43.170; dell’involucro esterno della chiesa dell’Immacolata a Felline con € 43.170; del campanile della chiesa Santa Maria Assunta a Guagnano con annessa realizzazione di una copertura leggera e di una protezione anti-volatile con € 43.170; delle facciate esterne della Biblioteca comunale “Carmelo Bene” e del centro culturale “Casa Prato Calabrese” a Campi Salentina con € 37.500 e della Cripta Beata Vergine di Coelimanna a Supersano con € 37.500. Infine è stata finanziata la demolizione del campanile pericolante della chiesa della Santissima Annunziata a Leverano con € 30.000.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*