Maleh si presenta: “Lecce, la scelta giusta. Al servizio della squadra”

LECCE (di Carmen Tommasi) – È il giorno di Youssef Maleh, il centrocampista , 24 anni, si presenta alla sua nuova squadra e Piazza, il Lecce. A fare gli onori di casa è stato il direttore sportivo Stefano Trinchera che ha presentato il nuovo acquisto, ovvero il primo rinforzo del calciomercato di riparazione che nel secondo tempo della gara con la Lazio è già sceso in campo. L’Italo-marocchino arriva nel Salento a titolo temporaneo con obbligo di riscatto in caso di permanenza in Serie A: “Dopo la bellissima vittoria di ieri abbiamo un entusiasmo notevole e siamo contenti di vivere questo momento. Oggi il direttore Corvino non sarà presente in conferenza perchè siamo vigili su tutti i fronti. Oggi presentiamo Maleh, la mezzala che volevamo prendere per caratteristiche. Si è consacrato -ha dichiarato Trinchera-  a Venezia per poi essere protagonista a Firenze lo scorso anno. Cercavamo una mezzala propositiva, con qualità offensive per concludere l’azione. Siamo convinti che ci può dare una buona mano. Abbiamo arricchito il nostro patrimonio tecnico e siamo contenti di presentarlo”.

ECCOLO – Queste le prime parole dell’ultimo arrivato in casa giallorossa: “Non ho avuto dubbi. Avevo altre possibilità ma Lecce penso sia il percorso giusto per me. Questa squadra ha tanta voglia e lo ha dimostrato anche ieri sera. Ho notato subito un grandissimo gruppo. Ieri ero già pronto, da un mese mi sono allenato tutti i giorni svolgendo anche le amichevoli. Ho spinto per arrivare il prima possibile e cercherò di aiutare i compagni per raggiungere l’obiettivo”.

LO STADIO – Il Via del Mare gli ha subito regalato delle impressioni bellisssime: “Ho avuto un’impressione bellissima, sia quando eravamo sotto sia quando abbiamo segnato. Il pubblico trasmette una grande forza e si è visto che siamo riusciti a ribaltare il risultato”.

LECCE, SEI BELLA – Gli ex Lecce, che attualmente giocano con la maglia della Fiorentina, hanno avuto belle parole per il Salento: “Rosati, Barak, Saponara e Venuti mi hanno parlato benissimo di Lecce. Qui si sono trovati tutti benissimo e mi hanno parlato benissimo di società e ambiente.  La convocazione in Nazionale? È un aspetto su cui ho ancora confusione in testa. Deciderò a breve se Italia o Marocco. Nel Marocco ho avuto un problema con l’allenatore l’anno scorso. A breve prenderò una decisione”.

LA PROSSIMA – Nella prossima gara di domenica, valida per la 17esima giornata, la squadra di Marco Baroni farà visita allo Spezia, scontro diretto per la salvezza: “Sono pronto e sono arrivato qua per mettermi subito a disposizione. Sono pronto, mi sono sempre allenato.Tutti i ragazzi mi hanno fatto una bellissima impressione, c’è grande spirito di sacrificio. Ieri mi ha impressionato Di Francesco, anche Umtiti, il capitano Hjulmand, Potrei elencarli tutti”.

IL MASSIMO – Poi, si presenta ancora meglio e racconta la sue qualità: “Cerco di mettere qualità e quantità a disposizione della squadra. Mi piace accompagnare l’azione, l’avete visto. Mi piace entrare in area ma anche sacrificarmi, c’è bisogno di entrambe le fasi. Baroni mi ha detto di dare tutto”.

IL MERCATO, LE PAROLE DI TRINCHERA – Infine, a margine della conferenza stampa l’ex diesse del Cosenza ha fatto un piccolo cenno sul calciomercato di riparazione: “Un piccolo cenno sul mercato. Noi non abbiamo esuberi. I risultati sono frutto del lavoro svolto nel mercato estivo. Mettiamo solo in evidenza che con l’esplosione di Baschirotto abbiamo necessità di mandare a giocare un centrale e ne abbiamo parlato con Cetin. Prossimamente valuteremo le migliori opportunità per lui. Di riflesso cercheremo di prendere un terzino destro, ruolo in cui abbiamo un titolare inamovibile come Gendrey. A gennaio miglioreremo quello che si può migliorare, non faremo interventi senza logica. Abbiamo un’identità e non faremo scelte prive di logica”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*