Futuro roseo per i 46 lavoratori dei musei e delle biblioteche

SALENTO – Trascorreranno un sereno Natale i 46 lavoratori e lavoratrici impiegati ai servizi museali e delle biblioteche delle province di Lecce, Brindisi e Foggia.

E’ stato siglato oggi, in Regione Puglia, alla presenza del Vice Presidente regionale Raffaele Piemontese e del Presidente della Provincia di Brindisi Antonio Matarrelli, l’accordo che prevede un adeguamento contrattuale.

Per gli interessati è la fine di un incubo. Un riconoscimento alla loro professionalità e alla loro costanza dopo anni di tribolazioni. Grazie a questa intesa, infatti, lavoratori e lavoratrici potranno contare su un inquadramento contrattuale dignitoso e congruo rispetto a quelle che sono le mansioni espletate.

Un coro unanime di soddisfazione giunge dalle organizzazioni sindacali che hanno seguito da vicino le trattative fino al felice esito delle ultime ore. “E’ un accordo che restituisce dignità, reddito e tutele a lavoratori e lavoratrici di un comparto strategico per la crescita economica e culturale della nostra regione”, spiega Barbara Neglia, Segretaria di Filcams Cgil Puglia.

Le fa eco Claudia Nigro, segretaria di Filcams Cgil Brindisi, che sottolinea “il valore del lavoro degli addetti e delle addette e il percorso lungo e capillare che è stato fatto per il raggiungimento dell’accordo odierno”. Ma non finisce qui. “Il sindacato – assicura Angela Villani, segretaria di Filcams Cgil Foggia – vigilerà sulle procedure di passaggio da un contratto all’altro in modo che ogni clausola dell’accordo venga rispettata”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*