Sicurezza a Natale: attenzione agli ultimi e occhio all’alcol ai minori

LECCE – Definito il piano con ulteriori misure che verranno a breve puntualizzate in sede di tavolo tecnico presso la Questura. Il tema della sicurezza durante le festività natalizie è stato trattato Prefettura nella riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto Luca Rotondi, alla quale hanno partecipato oltre al Vice Presidente della Provincia Antonio Leo, al Sindaco del Comune di Lecce Carlo Salvemini ed al rappresentati del Comuni di Galatina, Gallipoli, Nardò e Otranto I vertici provinciali delle Forze di Polizia con rispettivi comparti di specialità, del Vigili del Fuoco, del 118, della Capitaneria di Porto, delle Ferrovie Sud Est.

Coinvolte tutte le forze territoriali con dispositivi rafforzati e servizi in autonomia, ciascuno in relazione alle specifiche competenze, senza trascurare la prevenzione della concorrenza sleale determinata da fenomeni di abusivismo commerciale.

Sono stati individuati anche gli eventi connotati da una maggiore affluenza di pubblico, con particolare riferimento agli spettacoli musicali e a quelli pirotecnici; tra gli altri, l’Alba del Popoli ad Otranto ed il concerto di fine anno nel centro storico di Nardò con i Sud Sound System.

L’attenzione è stata poi ampliata alle tematiche relative alla viabilità urbana ed extraurbana, in considerazione del maggior traffico veicolare, e sull’esigenza che siano approntati dei piani comunali di emergenza che salvaguardino l’accesso ai veicoli di soccorso pubblico e sanitario.

Il Prefetto ha inoltre invitato i Sindaci a sensibilizzare le Associazioni del Terzo Settore affinchè siano messe in campo le collaborazioni utili nel casi di maggiore fragilità sociale, al fine di salvaguardare la dignità delle persone soprattutto in questo particolare periodo. “Sin da ora vorrei ricordare” ha detto poi il Prefetto Rotondi “un fenomeno che colpisce in particolare I giovanissimi, al quali è rivolta da tempo l’attenzione di questa Prefettura, al fine di migliorare la consapevolezza del gravissimi danni derivanti dall’assunzione di superalcolici. Il profondo disvalore non soltanto giuridico della vendita di alcol ai minori deve indurci a una costante attività di sensibilizzazione degli esercizi commerciali presenti nei rispettivi territori, ai quali si rivolgerà anche l’attenzione delle Forze di Polizia con specifici controlli”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*