Serie C, la Virtus Francavilla punta alla risalita. Taranto, buoni segnali

LECCE – (t.d.g.) Il calendario della Serie C è arrivato al turno numero 18. Intanto il giudice sportivo ha fermato per un turno Caporale della Virtus Francavilla e Urso della Fidelis Andria.

Invece è scattata la diffida per Idda della Virtus Francavilla e Delvino della Fidelis Andria.

LA VIRTUS FRANCAVILLA – La Virtus Francavilla è attesa da un’altra trasferta, la seconda consecutiva. Domenica è stata sconfitta 4-1 dalla capolista Catanzaro. In casa francavillese si lavora per non scivolare ancora e rendere ancora più difficile il cammino in questo campionato. Proprio fuori casa la squadra allenata da Calabro ha un bruttissimo ruolino. In nove partite solo due pareggi. E il prossimo viaggio porterà la Virtus in casa del Picerno che ultimamente ha svoltato: nelle ultime sei gare, quattro pareggi e due vittorie. Davvero niente male. Domenica scorsa i lucani hanno vinto a Messina, 1-0, contro l’ultima in classifica. Grazie a questo successo la squadra lucana ha messo la freccia e sorpassato i salentini che ora stazionano al quint’ultimo posto. Una situazione delicata dalla quale la Virtus spera di tirarsi fuori. L’ultima vittoria esterna risale al 2 febbraio scorso, nel passato campionato, sul campo della Vibonese.

TARANTO – Il Taranto, invece, ha avuto una reazione d’orgoglio vincendo sul campo del Pescara nel posticipo di lunedì sera. Gli abruzzesi, alla terza sconfitta consecutiva, erano stati già puniti dalla Virtus Francavilla nel turno precedente.

Grazie a questa vittoria (è il secondo risultato utile consecutivo) il Taranto ha agganciato in classifica anche il Monterosi, prossimo avversario reduce dal successo 2-1 contro la Viterbese. Per la squadra di Capuano sarà la partita verità. Le sfide contro Crotone e Pescara, seconda e terza in classifica, hanno dato buoni segnali. La formazione tarantina, pertanto, è in fiducia in vista del prossimo impegno di campionato che servirà ad allontanarsi ancora di più dalla zona calda della classifica.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*