Nel Salento crisi gravissima del comparto edilizio. E non solo per colpa dei bonus…

BRINDISI – Il pullulare di cantieri in attività in ogni angolo delle nostre città è solo un lontano ricordo. I bonus edilizi, infatti, salvo che per qualche migliaio di imprese-fantasma sparse in tutta la Penisola che hanno approfittato della situazione con vere e proprie frodi, si è trasformato in un incubo visto che le banche, così come Poste Italiane, Cassa Depositi e Prestiti e società private come Enel X, hanno bloccato tutto e quindi le aziende hanno nel cassetto crediti fiscali per milioni di euro. Una situazione di paralisi che come prima conseguenza ha determinato il blocco dei cantieri visto che senza liquidità non si va da nessuna parte. A questo si aggiungono ben venti modifiche normative intervenute nell’arco di poco più di un anno e questo non ha fatto altro che alimentare la confusione, con la conseguente chiusura del sistema bancario verso le esigenze di tantissime aziende.

Un fatto gravissimo in tutta la nazione, ma nel Salento questa crisi va ad aggiungersi ad una serie di problemi che già appesantivano il comparto edile,  a tal punto da far temere il fallimento di tante imprese e la perdita di centinaia e centinaia di posti di lavoro.

Mimmo Consales

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*