A spasso al mercato, la crisi cambia le abitudini: “Solo acquisti essenziali”

LECCE – La crisi pesa sulle tasche dei consumatori e dei commercianti. I primi sempre più attenti alle spese e a comprare solo il necessario, i secondi alle prese con acquisti sempre più ridotti

Ridurre il superfluo, tagliare gli sprechi, fare una lista della spesa per evitare di comprare ciò che non è strettamente necessario. E’ la ricetta dei leccesi per contrastare l’impatto degli aumenti sul bilancio familiare. Aumenti che, risposta unanime, toccano tutti i settori. E se non possiamo tagliare ciò che è necessario portare in tavola in questo caso si è molto attenti alle quantità.

Prezzi aumentati anche al mercato, solitamente scelto per risparmiare un pochino, ma per qualcuno qui ancora si può acquistare bene.

I commercianti del mercato bisettimanale di Lecce parlano di calo nelle vendite. Se a tavola i consumi sono, certamente, più oculati, per ciò che riguarda i beni non strettamente necessari: è vera e propria crisi.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*