In arrivo quasi 5000 alberi col Pnrr contro l’inquinamento e i danni da maltempo

PUGLIA – L’idea è quella di creare corridoi verdi fra città e campagne, mitigare le isole di calore in estate, rafforzare il terreno contro le bombe d’acqua e ripulire l’aria inquinata dallo smog. Per fare tutto questo sono in arrivo 446mila nuovi alberi con i fondi del Pnrr. Una sorta di barriera da opporre ai cambiamenti climatici che fanno danni e vittime. Una situazione che assume maggiore valore se si pensa che la mancanza di manutenzione del verde pubblico ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco in Puglia per ben 2322 emergenze per la presenza di alberi pericolanti nelle città, sulla base del rapporto 2021. Coldiretti spiega come le piante, gli alberi cadano per la scelta di essenze sbagliate per il clima, il terreno o la posizione, ma anche per gli errori sulle dimensioni e sul rispetto delle distanze per un corretto sviluppo delle radici, sul quale pesa soprattutto la mancanza di manutenzione adeguata con potature eseguite senza la necessaria professionalità. Entro il 2024 dunque grazie alle risorse del PNRR saranno piantati 446mila alberi in 41 comuni ricadenti nel barese per contrastare l’inquinamento atmosferico. In definitiva si cerca di puntare su un criterio in particolare, piantare l’albero giusto al posto giusto, tenendo conto delle specificità territoriali e puntando esclusivamente su piante e fiori Made in Italy.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*