Maltempo: vento e pioggia sferzano il Salento, gravi danni nel Brindisino

SALENTO- La pioggia ed il vento di burrasca non hanno risparmiato Lecce, Brindisi e Taranto ed ora si contano i danni. Ma è stato il brindisino la zona più colpita. Paura per il crollo al porto: un container situato a Costa Morena per ospitare gli uffici della security è stato letteralmente strappato dal terreno ed è finito a poca distanza da una scarpata. Il finanziere e la giovane agente della security che si trovavano all’interno sono rimasti feriti e sono stati soccorsi dal personale del 118. La struttura prefabbricata veniva utilizzata in quanto le strutture “stabili” continuano ad essere sotto sequestro disposto dall’Autorità giudiziaria. Sul posto sono immediatamente giunti i soccorsi e le forze di polizia , ed il comandante della Capitaneria per un primo sopralluogo. Nel rione Sant’Elia sono volate alcune piccole parti del controsoffitto della scuola materna “Modigliani”
E dopo la nottata di precipitazioni, la situazione non è migliorata nelle ore successive. Queste sono alcune foto di “meteopuglia in Foto” che raccontano cosa è accaduto a Francavilla Fontana . Strade allagate in pochi minuti, a seguito di un violento temporale.
Passaggi temporaleschi hanno interessato soprattutto il brindisino toccando la provincia di Lecce e quella di Taranto con il clou dei fenomeni che si sono fortunatamente verificati in mare.
Le forti raffiche di vento hanno spazzato Taranto. Divelti segnali stradali, alcuni si sono abbattuti sulle auto in sosta. Diverse le chiamate ai Vigili del fuoco per tutta la notte . Interventi per alcuni calcinacci caduti dai balconi, scantinati allagati e chiamate di soccorso per auto in panne. Fortunatamente nessun danno alle persone.
A Lecce la nottata di pioggia e temporali non ha risparmiato quasi nessun comune. Anche qui il vento forte ha creato qualche disagio, ma fortunatamente nessun danno è stato registrato.
La pioggia cessata nelle prime ore della mattinata, si è abbattuta nuovamente sulla città.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*