Salvemini: 4 milioni per il Lecce. Un miracolo. La correzione di Sticchi Damiani: Si, ma ne spendiamo 45

Carlo Salvemini, Sindaco di Lecce, e Saverio Sticchi Damiani Presidente US Lecce. (Foto del post FB del Sindaco di Lecce)

LECCE – Un botta e risposta a distanza, ma senza alcuna venatura polemica – sia chiaro – tra il sindaco di Lecce Carlo Salvemini e il presidente dell’Unione Sportiva Lecce Saverio Sticchi Damiani. Oggetto della discussione le vicende pallonare in salsa giallorossa.

Le ultime prestazioni deficitarie del Lecce hanno alimentato dubbi e perplessità sulla tenuta della squadra, legati in particolare all’involuzione del gioco dettato da mister Baroni.

In un post su facebook Salvemini ha provato a difendere il “giocattolo” Lecce rimarcando l’oculata e attenta gestione amministrativa della società. Obiettivo? “Incoraggiare la tifoseria tutta a preservare fiducia nella squadra e nella società, nel lavoro del mister, nella possibilità di vincere il nostro scudetto, ossia la permanenza in seria A”. “Perché – sottolinea – quello che stiamo disputando è già un miracolo sportivo. Ed è importantissimo ricordarcelo per non perdere entusiasmo”. E per suffragare tale assunto fa parlar ei numeri, quelli dell’ultimo studio dell’Osservatorio calcistico del CIES che ha calcolato quanto hanno speso le squadre dei top 5 campionati d’Europa per assemblare la squadra titolare”. Ebbene – fa sapere Salvemini – il Lecce è ultimo con 4 milioni di euro spesi.

Dati confutati però dal presidente della società di via Templari Saverio Sticchi Damiani: “Il post odierno del sindaco Carlo Salvemini, anche se ispirato da buoni propositi (e lo ringrazio per questo) rischia di essere involontariamente fuorviante, spiega il numero uno dei giallorossi secondo il quale “il dato del CIES non tiene conto delle commissioni ai procuratori che spesso sono pari al prezzo del corrispettivo “risparmiato” dal club quando un giocatore viene acquisito a “zero”.

Ad ogni buon conto, fa sapere Sticchi Damiani, “il Lecce è una società pulita, con dei soci onesti che investono in base alle proprie disponibilità. Quest’anno il Lecce per affrontare la serie A dovrà sopportare costi totali per circa 45 milioni”, somma superiore agli introiti ricevuti. “Il dato parziale del CIES– conclude il presidente del Lecce – non rende giustizia agli sforzi compiuti. Sforzi che siamo pronti a moltiplicare pur di raggiungere l’obiettivo della salvezza. Ringrazio il Sindaco per i complimenti sulla gestione attenta ed oculata del club che cercheremo di rendere sempre più solido finché avremo forza, energia ed entusiasmo”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*