Ambiente, le associazioni suonano la sveglia ai politici

LECCE – Agire subito. Fatti e non parole. Non è un semplice slogan ma un vero e proprio Sos. Perché non c’è più tempo da perdere per difendere il nostro ambiente. E’ uno dei tanti cartelli che sono comparsi in occasione della tappa di Friday For Future, il movimento lanciato da Greta Thunberg, 

Decarbonizzazione e taglio netto delle emissioni: sono queste le due priorità per cercare di salvare il Pianeta. La crisi climatica deve restare al centro dell’agenda politica. Ma nei programmi elettorali si fa fatica a scorgere questo argomento.

Gli attivisti leccesi hanno concluso la manifestazione recandosi direttamente a Palazzo dei Celestini per bussare alla porta del padrone di casa Stefano Minerva e consegnargli un lungo cahier des doléances. Che parte dalla desertificazione per arrivare al trasporto pubblico e mobilità sostenibile passando per incendi, emissioni industriali, abbandono di rifiuti, consumo di suolo, depauperamento e inquinamento delle falde acquifere.

Insomma, il tempo delle promesse è finito. Le chiacchiere non servono più a nulla.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*