La Puglia è la seconda regione in Italia per l’agricoltura bio

PUGLIA – La Puglia al top della classifica, seconda regione su scala nazionale, per l’agricoltura biologica con 287mila ettari coltivati a bio, con un aumento delle superfici del +6,4%. La pratica biologica interessa tutti i comparti agricoli dall’olivo ai cereali (23%), dalla vite agli ortaggi, con 3 impianti di acquacoltura biologica.

Un successo trainato dalla fiducia dei consumatori con 1 italiano su 5 che consuma regolarmente prodotti bio ed è, dunque, disposto a pagare anche qualche euro in più, per acquistare un prodotto certificato bio, mentre il 13% dei consumatori è certo che, nel prossimo futuro, aumenterà la spesa per portare in tavola prodotti biologici. A spingere il biologico è soprattutto una motivazione salutistica. Con la crisi energetica l’agricoltura biologica consente anche di tagliare di un terzo i consumi energetici attraverso l’utilizzo di tecniche meno intensive, tanto che i terreni coltivati a bio hanno raggiunto quasi 287mila ettari in Puglia, ovvero il massimo di sempre. Si va dall’uso di sostanze naturali e 100% Made in Italy per concimare i terreni e sostituire i fertilizzanti dall’estero, rincarati anche del 170%, al riutilizzo degli scarti di produzione per garantire energia pulita. In questo modo si riesce a ridurre i consumi di energia in media del 30% rispetto all’agricoltura tradizionale. Il biologico quindi, si inserisce a pieno titolo nel modello dell’agroalimentare made in Italy sostenuto da Coldiretti, già fortemente caratterizzato per l’attenzione alla qualità, alla salute dei consumatori e alla tutela dell’ambiente. Temi e obiettivi che, proprio nel biologico, trovano la loro piena definizione.

Il biologico rappresenta uno straordinario strumento per lo sviluppo delle campagne e ma anche strumento per avvicinare sempre di più i consumatori al mondo agricolo, una sorta di risposta alle sfide attuali per una maggiore sostenibilità economica ambientale e sociale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*