La compagna lo lascia, lui tenta il suicidio: salvato dai poliziotti

TAURISANO – La sua compagna lo lascia e lui tenta il suicidio tagliandosi i polsi con una lametta. A salvare l’uomo sono stati i poliziotti del Commissariato di Taurisano. La vicenda risale alla scorsa notte, quando un uomo di 42 anni, di Taurisano, preso dalla disperazione perché abbandonato dalla compagna, ha tentato di togliersi la vita.

Qualche ora prima, in seguito ad una lite, la donna aveva deciso di interrompere la relazione ed aveva costretto l’uomo ad andare via da casa. Profondamente addolorato dalla decisione della compagna l’uomo si è si allontanato in macchina e poco dopo ha iniziato a chiamarla al cellulare, inviando delle videochiamate a cui la donna dapprima non ha risposto fino a quando ha deciso di aprire la videocomunicazione assitendo “in diretta” alle immagini dell’uomo che con una lama si stava tagliando i polsi. A quel punto la donna ha chiamato subito il 113 cercando di ricontattarlo, senza successo.

Gli agenti in servizio di Volante presso il Commissariato di Polizia di Taurisano, non riuscendo a rintracciare l’uomo hanno fatto leva sul sistema di geolocalizzazione ed in poco tempo sono riusciti a ricevere le coordinate della posizione del suo cellulare. Una volta giunti sul posto però dell’uomo non vi era più alcuna traccia. I poliziotti non si sono persi d’animo e hanno iniziato a battere tutte le stradine isolate e buie nei dintorni, scorgendo l’auto dell’uomo in una zona nascosta tra una fitta vegetazione. All’interno dell’abitacolo si trovava il 42enne, in stato confusionale, con il taglierino ancora stretto nella mano e vari tagli sui polsi da cui perdeva sangue.

L’uomo è stato soccorso e affidato alle cure del personale del 118 giunto sul posto, mentre la compagna è stata tranquillizzata sulle condizioni di salute del suo ex compagno.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*