“Donne e derivati”: in scena per dire no alla violenza di genere

SALENTO – Tutto quello che si conosce dello spettacolo teatrale scritto e interpretato da Sergio Siciliano, salentino da tempo residente a Roma, è l’immagine della locandina. E neanche questa svela molto.

Certo è che il pubblico assisterà a un messaggio forte contro la violenza di genere. Basti pensare che è patrocinato da FIDAPA, Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari, e MEDEA, oltre ad avere come testimonial d’eccezione Imma Rizzo, la mamma di Noemi Durini, la ragazza di Specchia uccisa a 16 anni dal fidanzato. Il titolo del lavoro teatrale è “Donne e derivati”. Ha riscosso ovunque grande successo, toccando corde dolorosissime ma necessarie.

Con Luigi Botrugno al piano, Ovidio Venturoso alla batteria e alle percussioni, l’opera ha la regia di Maria De Luca, producer Stefania Fanales. I prossimi appuntamenti sono il 17 agosto a Maglie e il 23 a Nardò. Il biglietto è gratuito grazie ai Comuni che hanno deciso di ospitare lo spettacolo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*