Coppa Italia: il Lecce fuori. Cittadella si conferma bestia nera

LECCE – Il Lecce esce subito dalla Coppa Italia. Al Via del Mare il Cittadella vince 3-2 dopo i tempi supplementari e si conferma bestia nera dei giallorossi mai vittoriosi contro i veneti nello stadio leccese. La formazione ospite ha toccato il principale nervo scoperto della squadra di Baroni, il centro della difesa, dove l’allenatore giallorosso ha schierato inizialmente Blin e Dermaku, poi Gendrey e infine Baschirotto. C’è ancora molto da fare pure sul piano tattico con i nuovi che dovranno avere il giusto tempo per ambientarsi.

La cronaca – Gli  ospiti partono con il piede sullacceleratoree in tre minuti minacciano la porta leccese prima con un destro di Lores Varela deviato in angolo da Falcone e poi con una conclusione di Vita, di poco fuori. Il primo tentativo del Lecce arriva al 7′, con il croato Bistrovic, destro sul fondo. Al 13′ azione personale di Strefezza, che si incunea in area, ma capacità a lato. Qualche secondo dopo cross di Gendrey e girata di Helgason sul fondo. Stesso esito per il tiro di Gallo dal limite sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Al 20′ buco difensivo, Dermaku non chiude, Lores Varela si presenta davanti a Falcone ma spara sull’esterno della rete. Il capitano del Lecce nell’occasione si infortuna e lascia il posto a Baschirotto.

Al 26′ assist di Bistrovic per Di Francesco, buon controllo, ma non ha il tempo per concludere.

Nel secondo la partita si sblocca al 16′: assist di Di Francesco per Strefezza che non sbaglia: 1-0

Al 28′ il pareggio del Cittadella: Asencio intercetta in area un pallone che spinge in porta, l’ex giallorosso non esulta. Al 35′ il Cittadella sfiora il raddoppio con Antonucci che non riesce a deviare di tacco a pochi passi dalla porta. Al 3′ dei cinque minuti di recupero, sugli sviluppi di un calcio di punizione Pavan di testa non trova la porta. E lo stesso fa Baschirotto sul cross di Gallo.

TEMPI SUPPLEMENTARI

Al 3′ del primo tempo supplementare il Cittadella trova la via del gol con Tounkara che batte Falcone davanti a cinque giallorossi in area di rigore. E al 10′ il numero 9 del Cittadella fa bis quando gira in porta un pallone proveniente da calcio d’angolo. Nell’unico minuto di recupero del primo tempo supplementare il Lecce accorcia le distanze. I giallorossi battono velocemente una punizione con Colombo che non perdona e beffa tutti, 2-3. Al 10′ del secondo tempo supplementare Lecce vicino al pareggio con Di Mariano, Kastrati sventa in angolo. E nell’unico minuto di recupero del secondo tempo supplementare Colombo ha sfiorato il pari su assist di Di Mariano il sinistro dell’ex milanista è finito di poco fuori.

LECCE-CITTADELLA  2-3 (d.t.s.)

RETE: 16′ st Strefezza; 28’st Asencio (C); 3’pts Tounkara (C), 10’pts Tounkara; 16′ puts Colombo (L)

LECCE

Falcone; Gendrey (1′ pts Calabresi), Blin, Dermaku (22’pt Baschirotto) Gallo;  Helgason (5′ pts Di Mariano), Hjulmand, Bistrovic (19′ st Gonzalez); Strefezza, Ceesay (19’st Colombo), Di Francesco (19’st Listkowski)

A disposizione: Bleve, Brancolini,  Askildsen, Samek, Frabotta, Ciucci,

, Berisha, Rodriguez

Allenatore Marco Baroni

CITTADELLA

Kastrati; Cassandra, Perticone, Frare, Donnarumma; Vita(27’st Carriero)Danzi( 27’st Pavan), Branca (39’st Mastrantonio)  Asencio (39st Tounkara), Lores Varela (19’st Beretta) Antonucci(1’sts Icardi)

Adisposizione: Maniero, Felicioli, Del Fabro, Visentin, Mattioni, Thioune Serigne,

Allenatore E. Gorini

Arbitro Miele di Nola; assistenti Mastrodonato di Molfetta, Fiore di Barletta; Quarto Uomo Leone di Barletta. VAR: Nasca di Bari; AVAR Pagnotta di Novera Inferiore

Note: ammoniti Frare, Gonzalez. Recupero: pt 2′; st 5′. pts  1′, sts 1′ spettatori 15.857

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*