Pescato d’Arneo, pesce fresco sulle tavole dei più bisognosi

REDAZIONALE – “Pescato d’Arneo”, il progetto che sposa e anima la solidarietà. Ha preso avvio, con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa, il progetto del GAL FLAG Terra d’Arneo che contemporaneamente mira a sostenere il reddito degli imprenditori ittici e ad attivare azioni di Solidarietà alimentare.

L’iniziativa del Gal, attuata grazie al supporto della Diocesana Nardò – Gallipoli, attraverso il braccio operativo Fondazione “Fare Oggi” e la collaborazione della “filiera etica” di Progetto Opera Seme, prevede la possibilità per i meno abbienti, di consumare pesce fresco locale, acquistato direttamente dalle cooperative di pesca, così da sostenerne l’economia. I Comuni di Galatone, Gallipoli, Nardò e Porto Cesareo sono le comunità beneficiarie delle misure di riferimento. 

Un’iniziativa che rafforza lo sguardo paterno alle comunità locali e che agisce con concretezza. Nata per rispondere alla particolare fase di criticità del settore ittico locale all’indomani dell’emergenza sanitaria e dopo due anni e mezzo di pandemia porterà il pescato locale sulle tavole di tante famiglie che fino a poco fa hanno dovuto rinunciare al prodotto fresco della costa ionica. Duplice fine: dare voce ai bisogni del settore della pesca locale e garantire un’azione di solidarietà destinata alle fasce più deboli delle comunità.

Le famiglie meno abbienti, già beneficiarie del servizio mensa, potranno, infatti, consumare il pescato locale che sarà acquistato direttamente dalle cooperative di pesca, a garanzia di un prodotto fresco per i consumatori e di un equo compenso per gli imprenditori ittici.

Tanti i successi ottenuti grazie alle numerose iniziative messe in campo per lo sviluppo locale e la promozione dell’economia del territorio e dallo scorso anno, il Gal è divenuto Flag, occupandosi anche di pesca. La Regione Puglia, da tempo, punta molto sulla politica di valorizzazione di questo settore, apprezzando il lavoro che il Gal svolge in questo senso. Terra e mare: il binomio su cui si punta per arginare la crisi e creare un’inversione di rotta significativa e che caratterizza il ricco patrimonio della Terra d’Arneo. Ragion per cui il Gruppo d’Azione Locale ha deciso di valorizzare la filiera corta della pesca, incentivando un maggiore consumo del cosiddetto pesce povero, promuovendo nuove, seppur antiche, abitudini alimentari.

L’intenso lavoro e impegno del Gal Terra d’Arneo vuole creare sinergie con gli enti pubblici, le associazioni e le aziende locali finalizzate a realizzare concretamente la Destinazione Terra d’Arneo, destinazione d’eccellenza per il turismo e l’enogastronomia.

Mariafrancesca Errico

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*