CronacaEvidenza

In moto, Francesco muore davanti agli occhi degli amici. Aveva 19 anni

LEVERANO – Insieme alla sua comitiva era diretto verso il mare, a Porto Cesareo, ma Francesco Caragiuli, 19 anni di Leverano, a destinazione non è mai arrivato. È morto in sella alla sua moto, mentre questo sabato notte – intorno all’una – si dirigeva verso la marina, percorrendo via Cavalieri, alla periferia del paese. Per cause ancora in fase di accertamento il giovane ha improvvisamente impattato frontalmente contro una Ford Fiesta che in quel momento sopraggiungeva nella corsia opposta.

Lo schianto non gli ha lasciato scampo. Il 22enne, che era alla guida dell’auto, è stato trasportato in codice rosso al Vito Fazzi di Lecce: è ferito gravemente, ma non rischia la vita.

Sul posto i carabinieri della stazione di Leverano e i militari di Campi Salentina: spetterà a loro ricostruire la dinamica dell’ennesimo incidente mortale di questa amarissima estate salentina.

Fresco di diploma, Francesco sognava di fare l’architetto e si era iscitto all’Università a Pescara.

Gli amici, che hanno assistito alla tragedia, e l’intera comunità di Leverano sono sotto choc e si stringono al dolore della famiglia.

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Colpito dal tronco di un albero muore un operaio dell’Arif mentre spegne un rogo

Redazione

Schianto fatale, muore una donna di 80 anni

Redazione

Malore in piscina, 13enne muore dopo 8 giorni di coma

Redazione

Lecce sulla strada giusta, 3 gol al Werder Brema

Massimiliano Cassone

Uragano ai Caraibi, morto un operaio salentino

Isabel Tramacere

Salvataggio in extremis a Nardò. La richiesta: “Serve primo intervento h24”

Paolo Franza