Lecce, mercato a tutto campo. Per l’attacco c’è sempre Di Francesco

LECCE – A ventiquattro giorni dall’inizio del campionato di Serie A il Lecce è in piena costruzione. Nulla di eclatante. Per una neopromossa i problemi sono almeno il triplo di una squadra che, per esempio, è riuscita a salvarsi. Il club giallorosso deve fare i conti con il budget economico e fare leva sulle idee, sulle scommesse. Che si traducono in rischio. Elevato. Sarà il campo a dire se il lavoro estivo di Corvino e Trinchera può essere promosso a pieni voti. Ci saranno dieci mesi per valutare.

Dopo quindici anni il club giallorosso si è messo nuovamente nelle mani di Corvino. In due stagioni la squadra leccese è arrivata in semifinale play off, ha centrato una promozione in Serie A. E con la Primavera è tornata nel massimo torneo giovanile e ha conservato il posto conquistato.

Tappa dopo tappa il progetto di Corvino va avanti. Un percorso dove non mancano ostacoli, soprattutto in un mercato difficile e in cui, per quel che riguarda il Lecce, bisogna fare valere anche il proprio programma e le proprie ambizioni. Corvino conosce bene questo percorso e insieme a Trinchera stanno scalando l’Everest.

In tutti i reparti mancano dei tasselli. In difesa tre centrali. Baroni può contare ora su Tuia e Dermaku. Sfumato Maksimovic, Corvino e Trinchera stanno sondando altre piste. Tra i centrali difensivi potrebbe interessare Ceccaroni, 26 anni del Venezia.

Per l’attacco il Lecce probabilmente cercherà l’affondo per Federico Di Francesco, esterno offensivo di proprietà della Spal. Sul calciatore ci sarebbe pure l’Empoli dove Di Francesco ha giocato nella passata stagione collezionando 26 presenze, 5 gol e 2 assist. Complessivamente ha giocato 120 partite in Serie A (la maggior parte da ala sinistra) segnando 14 gol.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*