Borgo Piave, la “strada di Margherita” sarà asfaltata entro il 30 luglio

LECCE – È la notizia che Margherita aspettava: c’è una data. Una data dopo la quale la sua quotidianità migliorerà decisamente. Entro il 30 luglio partiranno, anzi dovranno partire i lavori per asfaltare la strada in cui vive.

Lanciò ai nostri microfoni un appello. Era il 18 settembre 2021.

Diceva -e dice- di sentirsi prigioniera nella sua stessa casa. Certamente una casa piena di amore, che divide col marito e i loro cani e gatti, circondata dal verde a Borgo Piave, nella marina leccese di Frigole, ma dalla quale lei, in autonomia, non può spostarsi.

Margherita si muove in sedia a rotelle dal 2016 a causa di una patologia. Non può uscire liberamente perché a separare il suo cancello dalla strada principale, asfaltata, ci sono circa 70 metri impercorribili con la sedia a rotelle.

Sterrata, irregolare, con grosse pietre che impediscono il passaggio della sedia. Margherita ci ha provato e ha rischiato di ribaltarsi, oltre al fatto che i sassi, colpiti dalle ruote, schizzano danneggiando la batteria. D’inverno, poi, è quasi impraticabile anche per le auto, con grande disagio per le professioniste che vengono ogni giorno ad assisterla a domicilio.

L’assessore comunale ai Lavori pubblici, Marco Nuzzaci, effettuò dei sopralluoghi e ci spiegò quanto fosse lungo l’iter per asfaltare la strada, poiché essa non era di proprietà del Comune. E i soldi pubblici non si possono utilizzare per infrastrutture non pubbliche. Iter che, comunque, era già partito.

A settembre di quest’anno tornammo in via Angelo D’Arrigo, che era esattamente come prima, nulla era cambiato.

Nel consiglio comunale di lunedì 11 luglio, però, è arrivata la buona notizia. Il primo punto all’ordine del giorno era un’interpellanza a firma dei consiglieri di opposizione Gianmaria Greco e Roberto Giordano Anguilla che riguardava proprio via D’Arrigo. La risposta dell’assessore ha finalmente regalato una data certa. “Il lavoro per l’acquisizione (della strada) è durato un anno -spiega Nuzzaci- tra individuazione dell’area, incontro con proprietari (che fortunatamente l’hanno ceduta gratuitamente), poi il passaggio dall’ufficio dell’Agenzia delle Entrate, il frazionamento dell’area e l’acquisizione con atto notarile.

Eravamo già pronti a marzo, ma è scoppiato il caso del caro materiali con il blocco del prezzario regionale.

Quando a giugno si è svloccato tutto, abbiamo fatto la gara che è già aggiudicata. È un lotto da 160mila euro ottenuti dal Ministero, che prevede l’intervento su una serie di strade, tra cui via Angelo D’Arrigo per la sua interezza di 150 metri. Per impegno preso con il Ministero stesso bisogna che i lavori inizino entro la fine di luglio. Per il tratto in questione si procederà asfaltando a mano”.

Margherita ringrazia ed esclama: “Finalmente!”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*